Sinagra: Brillante Laurea (110 e Lode) in Canto Lirico al “Corelli” di Messina per Clara Mancuso

Stamane, presso il Conservatorio “Arcangelo Corelli” di Messina, CLARA MANCUSO (foto in alto dopo la proclamazione), di Sinagra, ha conseguito la Laurea in Canto Lirico con la votazione di 110/110 e Lode…

Stamane, presso il Conservatorio “Arcangelo Corelli” di Messina, guidato dal direttore Antonino Averna, Clara Mancuso, di Sinagra, ha conseguito la Laurea in Canto Lirico con la votazione di 110/110 e Lode.

Clara è un soprano e, davanti alla commissione esaminatrice, si è esibita con arie tratte da opere tratte da Attila di Giuseppe Verdi, Turandot e Gianni Schicchi di Giacomo Puccini, Mefistofele di Arrigo Boito nonché con composizioni vocali da camera di autori come Vincendo Bellini, Pier Francesco Tosti e Gioacchino Rossini. Un percorso di studi ampio e “poco comune”, caratterizzato da quella “diversità” che, spesso, porta molti a sottovalutare il mestiere del musicista.

Innamorata della musica e delle emozioni ma, soprattutto, figlia d’arte, Clara è stata ammessa nel 2013 all’Istituto Superiore di Studi Musicali, dove ha frequentato sia i corsi pre-accademici sia accademici e dove, negli anni, ha conseguito le dovute licenze con i massimi punteggi. È stata seguita da insegnanti come il basso Mario Luperi, il soprano Silvia Dalla Benetta e, per ultimo, dal soprano Luisa Maria Pappalardo.

Nel corso degli anni sono state tante le soddisfazioni personali tra cui, più recente, l’esibizione a Stoccolma, in Svezia, presso l’Italienska Kulturinstitutet “C.M.Lerici”, in occasione del sessantesimo anniversario dell’assegnazione del Premio Nobel al poeta Salvatore Quasimodo.

Da direttore artistico e musicale dell’annuale festival canoro la “Rana d’Oro”, a strumentista nella banda sinagrese, di cui il padre, prof. Giuseppe, è clarinettista è maestro e direttore.

Clara con papà Giuseppe e mamma Maria sulle scale del “Corelli”

Grande soddisfazione per i genitori Giuseppe e Maria che, sin dai primi anni, hanno cercato di trasmettere alla figlia il loro amore per la Musica, la più nobile tra tutte le Arti. Nonostante le limitazioni poste dal diffondersi dell’epidemia di Covid-19, quali l’interruzione del rapporto fisico tra allievo e maestro, ricreato tramite piattaforme di videoconferenza, e l’impossibilità di presenza alcuna all’esame conclusivo di laurea, oggi, 17 luglio 2020, il sogno di Clara è diventato realtà e adesso, per lei, si aprono le porte di una nuova carriera.

        Giuseppe Lazzaro

Edited by, venerdì 17 luglio 2020, ore 16,54. 

 

(Visited 1.862 times, 1 visits today)