Tortorici: Dissesto e costo personale precario. La Commissione Straordinaria ha incontrato l’assessore regionale Zambuto

La Commissione Straordinaria che regge il Comune di Tortorici ha incontrato l’assessore regionale alle Autonomie Locali MARZO ZAMBUTO (foto in alto) sul dissesto finanziario in atto dal 2016 e il costo del personale precario. Dalla Regione attese risposte importanti…

La Commissione Straordinaria che in atto è incaricata della temporanea e provvisoria amministrazione del Comune di Tortorici, a seguito dello scioglimento del consiglio comunale disposto con Decreto del Presidente della Repubblica del 23 dicembre 2020 per infiltrazioni mafiose, ha incontrato l’assessore regionale alle Autonomie Locali Marco Zambuto per rappresentare le gravi criticità finanziarie dell’Ente, in stato di dissesto dal 2016. L’incontro è stato preceduto da una nota indirizzata nei giorni scorsi al medesimo assessore regionale nonché al dirigente del Dipartimento delle Autonomie Locali della Regione Siciliana con la quale, in ragione della grave situazione finanziaria in cui versa il Comune, anche a causa degli elevati costi da sostenere per il personale in servizio, era stato chiesto un intervento urgente che consentisse all’Ente di usufruire di risorse finanziarie aggiuntive per coprire integralmente i costi delle 56 unità di personale contrattista. Nel corso dell’incontro la Commissione, nel ribadire il contenuto della succitata nota, ha altresì evidenziato l’anomalia per la quale, nonostante le predette unità di personale risultino tutte contrattualizzate a tempo determinato, soltanto per 18 unità la Regione Siciliana eroga un contributo ricompreso nel range fra l’80% e il 90% a valere sul Fondo di cui all’articolo 30 comma 7 della L.R. n. 5/2014; per le restanti unità, invece, di cui 21 contrattualizzate in virtù di specifiche disposizioni legislative emanate nel tempo in materia di politiche del lavoro e 19 impiegate in forza del Fondo Nazionale Occupazione ai sensi della Legge Regionale n. 13/2009, il contributo si aggira intorno a euro 6.000 pro capite.

A fronte della composizione della struttura amministrativa-burocratica dell’Ente che conta un elevato numero di detti dipendenti, proveniente da diversi bacini di precariato ma tutti ugualmente titolari di contratto a tempo determinato, il Comune può, pertanto, contare su risorse di provenienza regionale che coprono appena il 50% della spesa complessiva. Nella circostanza non sono state sottaciute le legittime aspettative dei lavoratori in argomento e la loro auspicata stabilizzazione. Al riguardo l’assessore Zambuto ha dichiarato che è in corso una concertazione con gli Organi di governo nazionale cui sono stati chiesti interventi immediati per risolvere le crisi finanziarie che attanagliano parecchi Comuni siciliani, molti dei quali impossibilitati a mantenere gli equilibri di bilancio; in proposito lo stesso assessore ha riferito di avere  ricevuto rassicurazioni su un sostegno finanziario statale a brevissima scadenza che dovrebbe fare confluire nelle casse degli Enti risorse per circa 50 milioni di euro, finalizzate anche a supportare i Comuni nelle spese per il personale.

Successivamente, la Commissione Straordinaria ha incontrato la dirigente generale del Dipartimento delle Autonomie Locali Margherita Rizza, per un approfondimento tecnico più puntuale della problematica rappresentata. Il dirigente regionale ha assunto l’impegno di approfondire la tematica, anche attraverso una  ricognizione di tutti i Comuni della Sicilia che, al pari di Tortorici, versano in analoghe condizioni di dissesto finanziario e contano, tra i propri dipendenti, un elevato numero di unità lavorative con contratto a tempo determinato evidenziando, comunque, che un eventuale, ulteriore concessione di contributo regionale straordinario necessiterebbe di un intervento legislativo cui dovrebbe farsi carico l’Assemblea Regionale Siciliana. L’esito di tale approfondimento verrà comunicato alla Commissione Straordinaria nei prossimi giorni e, nel frattempo, si auspica che sulla delicata e complessa questione convergano tutte le rappresentanze politiche in seno all’Ars con la dovuta, massima attenzione e sensibilità.

          g.l.

Edited by, venerdì 5 novembre 2021, ore 16,19. 

(Visited 627 times, 1 visits today)