Tuodi

Capo d’Orlando: Due anni fa la scomparsa di Daniele Perlungo, un amico di tutti

558898_391905657506567_100000614094004_1190663_2005598375_n_1

 

 

 

 

 

 

Gioviale, sorridente, gentilissimo. Lo conoscevamo così DANIELE PERLUNGO (nella foto) quando ci si incontrava in occasione di conferenze stampa e dibattiti nel suo ruolo di operatore e tecnico dell’emittente televisiva “Antenna del Mediterraneo”. Poi il trasferimento a Roma ma DANIELE aveva sempre la Milazzo dove era cresciuto e la Capo d’Orlando dove si era affermato nel cuore e, quando poteva, tornava ad abbracciare i suoi vecchi amici. Anche nel mezzo della malattia che, nel frattempo, era sopraggiunta e DANIELE che l’ha combattuta sino a quando possibile. Due anni fa, il 29 agosto 2011, DANIELE ci ha lasciato, oltre ai genitori ed al fratello. Lo intendiamo ricordare così e con una Santa Messa che, ieri sera, è stata celebrata nella chiesa del Sacro Cuore a Milazzo… 

Leggi tutto…

Capo d’Orlando: Un amico che manca a tutti, Giuseppe Marotta indimenticabile a 5 anni dalla scomparsa

giuseppe-marotta

 

 

 

 

 

 

 

 

Sono trascorsi cinque anni esatti da quel 5 agosto 2008 quando scomparve, al culmine di una malattia rivelatasi letale, il noto commerciante di abbigliamento e amico di tutti GIUSEPPE MAROTTA (nella foto). Come sempre avviene in occasione degli anniversari, nella speciale sezione Ricordi e Amarcord, Gl Press dedica un profilo per ricordare un grande uomo, un abile commerciante ed un amico di tutti quale GIUSEPPE, nei suoi 42 anni di vita, ha dimostrato di essere…

Leggi tutto…

Capo d’Orlando/Naso: La scomparsa dell’avvocato Piero Gugliotta quattro anni dopo. Il ricordo di un grande uomo e professionista da parte del fratello e della madre

piero-gugliotta

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

In questo 25 luglio ricorre il quarto anniversario della scomparsa dell’avvocato PIERO GUGLIOTTA (nella foto), originario di Naso, che sino all’ultimo ha lottato, con grande coraggio e forza di volontà, per sconfiggere un brutto male rivelatosi fatale. Professionista di grande preparazione e affidabilità, persona sempre gentile e cordiale con tutti, un grande ed impareggiabile uomo che ha lasciato un ricordo radicato e profondo ed un incolmabile vuoto nei genitori, nel fratello, nella sorella, nella moglie, nella figlia e a quanti lo conoscevano ed apprezzavano ed erano tantissimi. Affidiamo il ricordo dell’avvocato PIERO GUGLIOTTA al toccante messaggio scritto dal fratello CARMELO e con una breve ma significativa frase di mamma MARIA…

Leggi tutto…

Capo d’Orlando: Trasparenza, professionalità, vero uomo di Destra. Ricordo dell’avvocato Renato Lo Presti 13 anni dopo

renato-lo-presti

 

 

 

 

 

 

 

 

Come ad ogni 21 giugno Gl Press ricorda la figura di RENATO LO PRESTI (nella foto), avvocato, vero uomo di Destra, poi consigliere comunale ed anche vice-sindaco di Capo d’Orlando, scomparso a causa di un arresto cardiaco improvviso nel tardo pomeriggio del 21 giugno 2000. Un ricordo indelebile ed un esempio inimitabile, di uomo e professionista, per una persona che manca a tutti e che ha lasciato un vuoto incolmabile a tredici anni dalla scomparsa. Uno dei migliori amministratori della storia di Capo d’Orlando ma sempre dimenticato dall’amministrazione, attuale e passata…

Leggi tutto…

Capo d’O.-S.Agata M.: L’Arciprete Vittorio Casella, colui che cambiò la gestione delle chiese. Un ricordo sempre vivo cinque anni dopo

padre-casella

 

 

 

 

 

Nessuno come lui, unico. Ricorre oggi, 20 maggio, il quinto anniversario dalla scomparsa di mons. VITTORIO CASELLA (nella foto), dalla fine del 1991 e sino al fatidico 20 maggio 2008, Arciprete della chiesa di Cristo Re di Capo d’Orlando e, in precedenza, per tredici anni alla guida della chiesa di Santa Lucia a S.Agata Militello. L’alto prelato che ha dato spessore e un volto diverso alle comunità religiose che ha guidato, impegnato nel sociale, attento ai problemi quotidiani. Realizzatore di iniziative e di un ordine mai visto prima, padre VITTORIO resta unico, immenso, insostituibile nella comunità religiosa e non di Capo d’Orlando e che ancora lo ama e lo rimpiange, così come a S.Agata Militello. Gl Press ricorda don VITTORIO con il suo profilo come avviene ogni anno…

Leggi tutto…

Capo d’Orlando-Naso: Quattro anni fa la scomparsa dell’avvocato Pippo Liuzzo. Il ricordo ed il pensiero della sorella Marilena

pippo-liuzzo

 

 

 

 

 

 

Sono trascorsi quattro anni da quella maledetta notte fra il 17 e il 18 maggio 2009 quando l’avvocato GIUSEPPE LIUZZO (nella foto), per tutti PIPPO, scomparve improvvisamente a soli 51 anni a causa di un improvviso arresto cardiaco. Il responsabile di GL Press, nella nostra speciale sezione “Ricordi e Amarcord”, dedica un ricordo ad un grande uomo, uno stimato avvocato, un collega giornalista che mai dimenticheremo e per una mancanza che, ancora oggi, non dà pace a chi conosceva e stimava l’amico Pippo. In aggiunta un toccante ricordo della sorella MARILENA LIUZZO…

Leggi tutto…

Capo d’Orlando: Antonio Librizzi a 5 anni dalla scomparsa, un ricordo sempre attuale e vivo

antonio-librizzi

 

 

 

 

 

 

 

 

Cinque anni fa, in una triste notte fra il 3 e 4 maggio 2008, a soli 54 anni Capo d’Orlando perdeva uno dei suoi figli migliori, il professore ed assessore al tempo ANTONIO ROSARIO LIBRIZZI (nella foto), che lasciò la moglie SIMONETTA GIUFFRE’, i figli FLAVIA e SERGIO ed una infinità di amici. Tra i creatori e fondatori della Pro Loco, foriero di mille iniziative nel campo del turismo e nella cultura, amante della Capo d’Orlando dove viveva, il prof. ANTONIO LIBRIZZI è stato anche un apprezzato docente ma, soprattutto, un uomo ricco di grande umanità e al servizio di tutti. Nella nostra sezione “Ricordi e amarcord” ne affidiamo il profilo ad uno dei suoi migliori amici, il prof. CARMELO CACCETTA, presidente dell’Archeoclub Nebrodi che fondò insieme al suo grande e compianto amico…

Leggi tutto…

Capo d’Orlando: Tano Cuva e Daniele Di Noto. Otto anni dopo un ricordo sempre vivo e nel cuore

tano-cuva            daniele-di-noto                                                                                           

 

 

 

 

 Triste ricorrenza tra il 5 ed il 6 febbraio quando, nel 2005, Capo d’Orlando perse due grandi personaggi, tanto diversi quanto simili nel loro amore verso il paese e nei confronti dei tanti amici che avevano, lasciando un vuoto incolmabile. Il 5 febbraio di otto anni fa moriva il grande giornalista e tuttofare TANO CUVA (foto a sx in alto), l’ultimo dei “vitelloni”, collante di più generazioni. Il giorno dopo si spegneva un personaggio unico quale era l’indimenticabile DANIELE DI NOTO (foto a dx il giorno delle nozze), autentico esempio di vita. Come ad ogni anno Gl Press non dimentica e omaggia, con i loro profili, il ricordo di questi due straordinari uomini, magari ripetendo le stesse cose ma perchè quello che hanno fatto e lasciato Tano e Daniele va sempre ricordato…

Leggi tutto…

Acquedolci: Ricordato il secondo anniversario della scomparsa del maresciallo Sebastiano Zingales e del figlio Gaetano

sebastiano-e-gaetano-zingales-2aanniversario

 

 

 

 

 

 

 

Era una giornata uggiosa e piovosa quella del 21 gennaio 2011 quando, nel tardo pomeriggio, lungo la A20 tra gli svincoli di Brolo e Rocca di Caprileone, perdevano la vita il maresciallo dei carabinieri SEBASTIANO ZINGALES, 53 anni, di Acquedolci, con quasi 35 anni di servizio nell’Arma ed il figlio GAETANO, 18 anni, studente liceale e lasciando nel dolore la signora ANGELA con l’altra figlia LORENA ed anche una comunità ed un comprensorio che non hanno dimenticato. Nel tempo non sono mancate le iniziative come l’intitolazione a GAETANO di un’aula didattica del liceo di S.Agata Militello che frequentava e a padre e figlio la dedicazione dell’Inter Club di Acquedolci, inaugurato il 31 luglio 2011 con presidente VINCENZO ZOCCALI. Infatti era proprio l’Inter la grande passione del maresciallo ZINGALES e del figlio che cantavano “Una vita da mediano” (nella foto) durante il 18. compleanno di GAETANO. Ecco un ricordo di quella tragica giornata di due anni fa e il profilo delle due vittime. Una Santa Messa in suffragio è stata celebrata ieri sera nella chiesa Madre di Acquedolci, officiata dall’Arciprete LUIGI SANTORO…

Leggi tutto…

Op. “Romanza-Icaro”: La Cassazione conferma 23 condanne e 5 all’ergastolo. I clan di Barcellona e di Tortorici spadroneggiavano sui Nebrodi. Condannati gli esecutori di 5 omicidi. Condanna annullata senza rinvio per un imputato

mignacca-fratelli

 

 

 

 

 

 

bontempo-scavo-rosario

 

 

28 condanne, 23 più 5 all’ergastolo e un annullamento per ANTONINO RAFFAELE, di Piraino, la cui sentenza di condanna è stata annullata, appunto, ma senza rinvio. E’ definitiva, da parte della Cassazione, la sentenza, emessa dalla Corte d’Appello di Messina (gennaio 2011), nell’ambito del processo noto come “ROMANZA-ICARO”, scaturito dagli omonimi blitz antimafia, messi a segno dalla Dda e dai carabinieri, il 31 marzo 2000 e il 29 novembre 2003, rispettivamente con 31 e 44 arresti. Al setaccio 5 omicidi, numerosi casi di estorsione e tentate estorsioni, minacce e danneggiamenti, racchiusi in un arco di tempo compreso tra la seconda metà degli anni ‘90 e la prima metà del 2000. La seconda sezione penale della Cassazione ha depositato la decisione in nottata. Conclamato il predominio sul territorio provinciale del clan di Barcellona guidato da GIUSEPPE GULLOTTI e dei BONTEMPO SCAVO di Tortorici. Nel dettagliato servizio: la decisione della Cassazione; le motivazioni della Corte d’Appello di Messina, praticamente confermate dalla Suprema Corte; tutta la sentenza con gli imputati e le condanne riportate; i fatti all’origine delle inchieste con in primo piano gli omicidi di MAURIZIO VINCENZO IOPPOLO, CALOGERO MANIACI BRASONE, GIUSEPPE GUIDARA, FABIO COZZUPOLI e CARMELO BERTILONE. Nelle foto tre dei cinque condannati all’ergastolo: in alto i fratelli VINCENZINO (a dx) e CALOGERO (a sx) MIGNACCA, latitanti dal 27 luglio 2008; in basso ROSARIO BONTEMPO SCAVO…

Leggi tutto…