Op. “Gotha-Pozzo 2″: Sequestrati i beni (5 milioni di euro), preludio alla confisca, all’imprenditore di Gioiosa Marea Tindaro Marino, condannato a 8 anni per associazione mafiosa

gotha-marino-tindaro

 

 

 

 

 

img_0372

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sequestro dei beni (foto in basso d’archivio una fase), che preludono alla confisca, per un valore di 5 milioni di euro, di proprietà o riconducibili, all’imprenditore di Gioiosa Marea TINDARO MARINO (foto in alto), arrestato il 24 giugno 2011 nell’ambito dell’operazione “Gotha-Pozzo 2″ e condannato a 8 anni con l’accusa di associazione mafiosa ed i suoi legami con il clan dei “Mazzarroti”. Interessati al provvedimento, eseguito dai carabinieri del Ros, anche la moglie dell’imprenditore, VINCENZA CONTENTA MAGISTRO, la figlia ANNA MARINO e SALVATORE BUZZANCA, di Patti…

Leggi tutto…

La fine della latitanza dei fratelli Mignacca (2. servizio): L’arresto dei 7 favoreggiatori, 4 sono di Tortorici. Una lunga catena di omicidi, anche per questioni d’onore

arrestati-favoreggiamento

 

 

Una rete di insospettabili fiancheggiatori ha coperto, in questi anni, la latitanza dei fratelli VINCENZINO e CALOGERO MIGNACCA, terminata domenica in un casolare di Lentini. Ieri mattina i carabinieri del Ros hanno arrestato sei persone, quattro a Tortorici e tutti in una unica frazione, quella di Marù. Quasi tutti incensurati, arrestato anche un ex carabiniere ausiliario. Foto in alto, da sx, gli arrestati (risoluzione di Giulio Schiavo): CARMELO BONTEMPO VENTRE (di Randazzo); GIUSEPPE GALATI SANSONE (di Tortorici); OSCAR GALATI SANSONE (figlio di Giuseppe); SEBASTIANO GALATI SANSONE (fratello di Giuseppe e zio di Oscar); SALVATORE LA FORNARA (di Randazzo ma originario di Tortorici); SEBASTIANO TILENNI SCAGLIONE (di Tortorici, fidanzato con la figlia di CESARE BONTEMPO SCAVO, al carcere duro da 12 anni) e GIUSEPPE CANIGLIA (di Lentini, figlio del proprietario del casolare dove i Mignacca si rifiugiavano). In un altro servizio tutti gli omicidi per i quali i MIGNACCA sono rimasti coinvolti: da quelli di MAURIZIO IOPPOLO, GIUSEPPE GUIDARA, CALOGERO MANIACI BRASONE sino a VINCENZO BARTOLONE, ucciso per avere messo gli occhi addosso all’allora fidanzata e futura moglie di VINCENZINO MIGNACCA. Ecco i due articoli in merito pubblicati oggi su Gazzetta del Sud uno a firma e l’altro con sigla del responsabile di questo sito, Giuseppe Lazzaro…

Leggi tutto…

La fine della latitanza dei fratelli Mignacca (1. servizio): Retroscena e particolari sul blitz di Lentini con l’arresto di Calogero ed il suicidio di Vincenzino. Ritrovato un arsenale a disposizione dei ricercati

mignacca-vincenzino   

                                                                

 

 

 

 

 

 

 

 mignacca-calogero-carmelo-22-08-19722

 

 

 

 

 

 

 

1471785_589156381149711_1375323044_n1 

 

 

 

 

 

 

 

 

foto-armi-sequestrate2 

 

 

 

 

 

 

 

Sono stati illustrati ieri mattina nel corso di una conferenza stampa svoltasi al Comando Provinciale dei carabinieri di Messina (foto in alto in terza fila, da dx i sostituti procuratori della Dda ANGELO CAVALLO e VITO DI GIORGIO, quindi il colonnello SPAGNOL, comandante provinciale dell’Arma), i particolari sul blitz di domenica a Lentini che ha messo fine alla latitanza dei fratelli MIGNACCA con VINCENZINO (foto in alto) che si è suicidato sparandosi alla testa e CALOGERO (foto in alto in seconda fila) che è stato arrestato dai carabinieri del Gis di Livorno. Oltre ai fiancheggiatori arrestati (segue altro servizio), ritrovato un arsenale (foto in basso) con pistole, fucili e munizioni. In questi due primi servizi i particolari sul blitz ed il profilo dei fratelli MIGNACCA…

Leggi tutto…

Capo d’Orlando: Ricordo dell’avvocato Francesco Portale a quattro anni dalla scomparsa

ciccio-portale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

In questo 9 novembre ricorre il quarto anniversario della scomparsa di un personaggio qualificato e che ha lasciato una impronta profonda, sia a livello legale, come docente e come politico: l’avvocato FRANCESCO PORTALE (nella foto), simbolo di due comunità, la Naso dove era cresciuto e la Capo d’Orlando dove si affermò. Ecco un ricordo…

Leggi tutto…

S.Agata Militello: Cordoglio per la scomparsa dell’ex consigliere comunale Giuseppe Carmiciano

05112013823

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dopo una lunga malattia è deceduto ieri GIUSEPPE CARMICIANO (nella foto), che aveva 67 anni. Maresciallo in quiescenza della Polizia Stradale, era stato consigliere comunale dal 1999 al 2003 e tra i fautori per la realizzazione della rete del metano…

Leggi tutto…

Capo d’Orlando: Mariella La Rosa 5 anni dopo. Ricordo indelebile di una donna straordinaria

mariella-la-rosa

 

 

 

 

 

 

 

Ricorre oggi il quinto anniversario dalla scomparsa di MARIELLA LA ROSA (nella foto), operatrice turistica, già  consigliere comunale di Capo d’Orlando, che ha tenacemente lottato contro una letale malattia sino alla fine con grande dignità  e coraggio. Un ricordo sempre vivo quello di MARIELLA, donna bellissima e simpatica, sorridente e dalle dolci parole, valente nel proprio settore lavorativo, disponibile per gli altri. MARIELLA ha lasciato un ricordo indelebile nel marito GIUSEPPE MICALE, il figlio GABRIELE, i parenti ed una moltitudine di amici che manifestarono il loro affetto affollando all’inverosimile tutta la piazza Merendino in occasione dei funerali. Gl Press, nella speciale sezione Ricordi e amarcord, intende ricordare così un’amica ed una nostra affezionata lettrice nonchè collega essendo stata, per un periodo di tempo, anche brillante lettrice del t.g. di Rete 55…

Leggi tutto…

S.Agata Militello: Voto di scambio, assolto il senatore ed ex sindaco Bruno Mancuso. Il processo ordinario prosegue per altri otto imputati

mancuso-bruno

 

 

 

 

 

 

 

 

 

antonella-librizzi

 

 

 

 

 

 

 

 

Ha scelto di essere giudicato con il rito abbreviato e, oggi pomeriggio, è stato assolto con la formula più ampia, perchè il fatto non sussiste, dall’accusa di voto di scambio. Si tratta del senatore del Pdl ed ex sindaco di S.Agata Militello BRUNO MANCUSO (foto in alto), assolto dal giudice unico del tribunale di Patti UGO DOMENICO MOLINA a fronte di una richiesta di condanna a 8 mesi avanzata dal pm ALESSANDRO LIA. Il senatore MANCUSO è stato difeso dall’avvocato ALESSANDRO NESPOLA. La vicenda riguardava il presunto voto di scambio consumatosi nel corso delle elezioni amministrative del 2009 e MANCUSO era stato accusato di avere promesso un posto di lavoro all’allora fidanzato di ANTONELLA LIBRIZZI (foto in basso), in cambio di una candidatura della ragazza in una delle sue liste a sostegno. Prosegue, con il rito ordinario, il processo al tribunale di Patti con altri otto imputati fra i quali l’ex consigliere comunale ALDO REITANO, il fratello ed ex assessore provinciale LUIGI e l’ex assessore FILIPPO TRAVAGLIA…

Leggi tutto…

Capo d’Orlando: La XXVII Borsa di studio “Carmelo Miragliotta” assegnata a Francesco Franchina

premio-miragliotta-640x589

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

1418355_10202134381308263_1037149789_n

 

 

 

 

 

 

Si è svolta nei giorni, nell’Aula Magna del Liceo “Lucio Piccolo” di Capo d’Orlando, la premiazione della XXVII edizione della Borsa di studio “CARMELO MIRAGLIOTTA”, in memoria dell’indimenticato studente universitario, musicista e cestista orlandino, scomparso per un male incurabile la mattina di Capodanno del 1987. L’edizione 2013 è andata a FRANCESCO FRANCHINA (nella foto in alto il giovane, ammesso alla facoltà di Medicina dell’Università di Messina, riceve il premio dall’ingegnere CONO MIRAGLIOTTA, padre di Carmelo); foto in basso (di GIUSEPPE PIDONTI), il vincitore con ai lati i genitori e a fianco dell’avvocato CARMELO OCCHIUTO, presidente del Lions Club Capo d’Orlando per la stagione 2013-’14…

Leggi tutto…

Galati Mamertino: Op. “Colletti bianchi”. Otto condanne ed una assoluzione. Pesanti pene per l’ex maresciallo Antonio Zurdi (9 anni) e l’ex sindaco Pino Iannì (6 anni)

zurdi

 

 

 

 

 

 

Otto condanne ed una assoluzione. A oltre otto anni dal blitz si è concluso ieri sera il processo relativo all’operazione “COLLETTI BIANCHI” che, scattata il 22 maggio 2005, mise in ginocchio il Comune e la caserma dei carabinieri di Galati Mamertino. Pesanti condanne sono state emesse dal tribunale di Patti nei confronti dei principali arrestati dell’operazione: il maresciallo ANTONIO ZURDI (foto in basso), al tempo comandante la Stazione, è stato condannato a 9 anni mentre il dott. PINO IANNI’ (foto in alto), all’epoca sindaco di Galati, è stato condannato a 6 anni. Condannato a 3 anni e 6 mesi ANTONINO MORGANO, di S.Agata Militello, al tempo carabiniere ausiliario a Galati che, su ordine del maresciallo ZURDI, trafugò pure alcuni agnelli da un ovile. A pene inferiori e quasi tutte con la sospensione condannati un gruppo di carabinieri all’epoca in servizio a Galati tra cui l’allora attaccante della Mamertina calcio PINO DI TROIA. Un solo assolto: l’ex carabiniere ausiliario GIUSEPPE BATTAGLIA…

Leggi tutto…

Capo d’Orlando: Il cuore generoso di un grande amico, ricordo di Silo Conforto due anni dopo la scomparsa

silo-conforto

 

 

 

 

 

 

 

Due anni fa, l’11 ottobre 2011, veniva a mancare l’imprenditore di Capo d’Orlando SILO CONFORTO (nella foto). Già  vice-presidente dell’Orlandina Basket, SILO è stato un amico di tutti, il cuore generoso di una persona simpatica ed inimitabile. Ecco il nostro ricordo…

Leggi tutto…