Capo d’Orlando: La Cassazione rigetta il ricorso di Ecolandia. La raccolta dei rifiuti resta alla Bono

La Corte di Cassazione ha rigettato il ricorso presentato dalla ditta Ecolandia contro l’attuale gestore del servizio raccolta rifiuti a Capo d’Orlando, la ditta Bono SLP, avverso la decisione del CGA di Palermo del 19 aprile 2022. Il ricorso è stato dichiarato inammissibile. La raccolta dei rifiuti resta alla Bono. Il servizio…

La Corte di Cassazione, a Sezioni unite civili (presidente Carlo De Chiara e presidente di sezione Felice Manna), ha rigettato il ricorso presentato dalla ditta Ecolandia s.r.l., con sede legale a Catania e assistita dall’avvocato Agatino Cariola, contro l’attuale gestore del servizio raccolta rifiuti a Capo d’Orlando, la ditta Bono SLP, con sede legale a Sciacca (Agrigento), assistita dall’avvocato Riccardo Rotigliano, sulla decisione del CGA (Consiglio di Giustizia Amministrativa) di Palermo del 19 aprile 2022. Il ricorso è stato dichiarato inammissibile dagli “ermellini”.

Inoltre la Ecolandia è stata condannata al pagamento delle spese del giudizio che liquida in favore della parte contro ricorrente in 12.200 euro, di cui 200 per esborsi, oltre al 15% per spese generali ed accessori di legge.

Nel ricorso la Ecolandia lamentava l’illegittimità/nullità della sentenza del CGA impugnata per aver essa omesso di sollevare, per mezzo del rinvio alla Corte di Giustizia UE, le questioni pregiudiziali, incorrendo in tal modo nel vizio di denegata giustizia e di travalicamento dei limiti esterni della giurisdizione amministrativa, nonché nella violazione del principio del giudice naturale competente a decidere sulle dette questioni pregiudiziali da individuarsi appunto nella Corte dell’Unione Europea.

          Giuseppe Lazzaro

Edited by, venerdì 24 novembre 2023, ore 12,01. 

(Visited 1.228 times, 1 visits today)