Capo d’Orlando: La Guardia Costiera ha celebrato al Porto la Giornata del mare e della cultura marinara

In occasione della Giornata nazionale del mare e della cultura marinara, che ricorre ogni 11 aprile, la Guardia Costiera di Sant’Agata di Militello ha organizzato – presso il Porto Turistico di Capo d’Orlando – un’iniziativa, aperta agli istituti scolastici del territorio. Servizio e foto…

In occasione della Giornata nazionale del mare e della cultura marinara, che ricorre ogni 11 aprile, la Guardia Costiera di Sant’Agata di Militello ha organizzato – presso il Porto Turistico di Capo d’Orlando – un’iniziativa, aperta agli istituti scolastici del territorio, dedicata all’attenzione nei confronti del “mare, fonte di vita”, delle sue risorse e del loro corretto sfruttamento per le comunità costiere e per l’intera umanità.

L’iniziativa è stata svolta in collaborazione con il Porto Turistico di Capo d’Orlando ed ha visto la grandissima partecipazione degli alunni dell’Istituto Comprensivo numero 1 “Giuseppe Tomasi di Lampedusa” di Capo d’Orlando e dell’Istituto Tecnico “Evangelista Torricelli” di Sant’Agata Militello oltre che dei ragazzi della Cooperativa Sociale Integrazione di Brolo.

Dopo i saluti istituzionali ed alcuni video sull’impegno nella tutela ambientale della Guardia Costiera, del Lions Club International Sicilia, dell’Associazione nazionale STED e operatori diporto di Brolo e del Museo del Mare di Milazzo, dove si trova la ricostruzione dello scheletro di un capodoglio morto nei pressi dell’arcipelago eoliano a causa delle plastiche e delle reti da pesca illegali, sono state avviate alcune attività pratiche a favore dei ragazzi.

Dopo una dimostrazione delle tecniche di primo soccorso a cura della Croce Rossa Italiana – Comitato Tirreno Nebrodi – è stata svolta una simulazione del salvataggio in mare da parte di un’unità cinofila locale, il pastore tedesco Leonida, addestrato dalla Scuola “Lucky Dog”. Ampio spazio è stato dato al ceto peschereccio locale che ha presentato gli attrezzi da pesca e le tradizioni marinare orientate al rispetto del mare e dell’ecosistema marino.

Al contempo sono state svolte visite e attività pratiche a bordo di un’unità a vela messa a disposizione dal locale cantiere nautico Multinautic 2.0 e della Motovedetta CP566 della Guardia Costiera di Sant’Agata Militello.

Di alto valore simbolico è stato il rilascio in mare della tartaruga marina Michy, della specie caretta caretta, che ha concluso il periodo di cura presso l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Sicilia dopo essere stata recuperata in gravi difficoltà nelle acque del litorale tirrenico a causa di ingestione di plastiche e delle azioni dell’uomo non rispettose del mare.

Con l’auspicio che l’uomo abbia sempre la giusta attenzione per l’ambiente marino costiero e sappia mantenerlo sano per le future generazioni, la Guardia Costiera Sant’Agata di Militello ringrazia tutti gli intervenuti ed è lieta della grande attenzione mostrata nei confronti dell’ambiente, simboleggiata nei doni realizzati dagli alunni che sono apparsi veri e propri “cittadini attivi del mare”. Hanno partecipato anche gli uomini dell’Ufficio Locale Marittimo di Capo d’Orlando al comando di Giuseppe Mendolia e i soci dell’Anapi, l’Associazione nazionale dei piccoli pescatori guidati dal presidente Piero Forte.

             Giuseppe Lazzaro

Edited by, giovedì 11 aprile 2024, ore 17,26. 

 

(Visited 684 times, 1 visits today)