Capo d’Orlando: XII edizione di Note all’alba, grande successo per il ritorno

Grande successo di pubblico e di critica, alla vigilia di Ferragosto, per la XII edizione di NOTE ALL’ALBA, tornata nella zona del laghetto di Capo d’Orlando, dopo due anni di stop forzato a causa della pandemia ed organizzata dall’Accademia della Musica con il patrocinio dell’Assessorato al Turismo. Il servizio curato dalla giornalista di Tele Mistretta MARIA CARMELA DRAGO. Le foto sono di ALESSIO COLLOVA’. In alto il gruppo di musicisti al termine, da sx: MARCO VITO, il direttore artistico PAOLO STERVAGGI, LUDOVICA RICCIARDO, NINO MILIA, CHIARA PAPARONE, MARCO CORRAO, ADELAIDE LIBRIZZI, GIUSEPPE LAZZARO…

Dopo due anni di forzato stop, a causa della pandemia da Covid e per le manifestazioni annullate, e a tre anni dall’ultima svolta, domenica 14 agosto, nell’incantevole location della zona dal laghetto, sotto il faro, è tornata Note all’alba, tra gli appuntamenti di spicco delle manifestazioni estive di Capo d’Orlando a cura dell’assessorato al Turismo retto dall’assessore Giacomo Miracola.

Un tratto della spiaggia affollato

La manifestazione è giunta alla XII edizione e prosegue sulla falsariga di chi l’ha inventata, proposta e presentata: il prof. Paolo Stervaggi, pianista e docente, fondatore e direttore dell’Accademia della Musica che organizza l’evento, del quale ne è il direttore artistico, con il patrocinio del Comune.

La prima edizione, svolta nel 2009 grazie anche alla spinta dell’allora assessore alla Cultura, avvocato Annalisa Germanà, si svolse al Miramare, sotto il Monte della Madonna ma dal 2011 la location ideale è diventata quella della zona della spiaggia del laghetto, sotto il faro, lungo la Strada Provinciale 147 che conduce a San Gregorio. Il successo crescente di Note all’alba è stato confermato dalle tantissime presenze e con gente di tutte le età e non sono stati pochi i presenti seduti in spiaggia davanti al palco, ad aspettare l’alba quando era ancora buio e godendo del suono all’indietro grazie all’acustica.

In un’ora di buona musica, apprezzata dai presenti, sono saliti sul palco: Marco Corrao (cantautore e chitarrista); Chiara Paparone (voce) e Nino Milia (chitarra); Ludovica Ricciardo (pianoforte e voce, anche con una sua composizione); Giuseppe Lazzaro (violino) e Adelaide Librizzi (pianoforte); quindi lo stesso prof. Paolo Stervaggi da solo al pianoforte e poi accompagnando Marco Vito, salito alle cronache della ribalta quale cantante prediletto di Riccardo Cocciante nel suo musical “Le cattedrali nel deserto”, vocal coach e che ha interpretato Caruso, grande successo di Lucio Dalla.

Al termine foto di gruppo, interventi e appuntamento al 2023 per una manifestazione ormai pietra miliare del magico mondo delle 7 note in Sicilia. L’aspetto tecnico è stato curato dall’Accademia della Musica con il capo tecnico e fonico Maurizio Ferralotto ed il suo staff.

Marco Vito

Paolo Stervaggi

Ludovica Ricciardo

Marco Corrao

Il duo Chiara Paparone e Nino Milia

Il duo Giuseppe Lazzaro e Adelaide Librizzi

        Maria Carmela Drago

Edited by, mercoledì 17 agosto 2022, ore 16,02. 

(Visited 235 times, 1 visits today)