Carabiniera santagatese salva dal suicidio una donna in Campania

E’ balzata agli onori della cronaca nazionale la carabiniera di Sant’Agata Militello SONIA CANNISTRACI (foto in alto), da quattro anni arruolata nell’Arma, che ha salvato dal suicidio una donna che, a San Giorgio a Cremano (Napoli), voleva togliersi la vita dopo l’ennesima lite con il compagno che è stato bloccato…

FRANCESCA ALASCIA

Una 49 enne della provincia di Napoli deve la vita all’ eroica carabiniera di Sant’Agata Militello Sonia Cannistraci, che l’ha fatta desistere dall’insano gesto di buttarsi dal balcone dopo l’ennesima lite col compagno. Con grande professionalità, sangue freddo e determinazione, Sonia è riuscita a convincerla mentre aveva già una gamba fuori dalla ringhiera. Tutto è successo martedì sera intorno alle 22. Al 112 arriva una segnalazione di una lite in famiglia a San Giorgio a Cremano, alle porte di Napoli. I carabinieri, giunti sul posto, notano una donna affacciata al balcone del primo piano di un palazzo, che urla e chiede aiuto. Indica un uomo non lontano da lì che sta correndo: è il compagno che, dopo averla malmenata, sta tentando di fuggire. L’uomo viene bloccato dai carabinieri della Stazione di Portici e dagli agenti del Commissariato di polizia locale intervenuti in supporto.

A quel punto interviene Sonia Cannistraci, 30 anni e da quasi quattro anni arruolata nell’Arma dei Carabinieri. “La donna non voleva neppure rivolgermi lo sguardo – racconta Sonia al telegiornale –, già aveva una gamba fuori dalla ringhiera ma per fortuna sono riuscita a instaurare un contatto, anche visivo, con lei. Quando ho capito che tra di noi c’era empatia le ho detto che la vita è un bene troppo prezioso per sprecarla con un uomo che la stava solo umiliando. E’ stato allora – dice emozionata – che ho capito che aveva deciso di ascoltarmi e di desistere. Farle capire che non ne valeva la pena”.

La 49enne aveva già subìto violenze in passato ma non ha mai avuto la forza di denunciarle. “Il nostro invito va esattamente nella direzione opposta – sottolinea Sonia Cannistraci –, bisogna assolutamente denunciare per mettere fine al calvario”. Complimenti alla carabiniera di Sant’Agata Militello per il suo coraggio e determinazione, ha salvato una vita, e incoraggiato tutte le potenziali vittime di una violenza subdola e becera a denunciare senza esitazione.

Edited by, giovedì 25 agosto 2022, ore 9,28. 

 

(Visited 350 times, 1 visits today)