Corruzione elettorale per le regionali 2012: 11 proscioglimenti e un rinvio a giudizio

Il Gup del Tribunale di Messina MONICA MARINO ha disposto 11 proscioglimenti e un rinvio a giudizio nell’ambito dell’inchiesta su una presunta corruzione elettorale nell’ambito delle elezioni regionali del 27 e 28 ottobre 2012. Rinviato a giudizio solo l’ex sindaco di Fondachelli Fantina FRANCESCO PETTINATO (foto in alto), prosciolti tra gli altri il figlio MARCO ANTONINO e attuale sindaco, quindi l’ex primo cittadino di Milazzo LORENZO ITALIANO ed il tortoriciano ENRICO TALAMO…

Il Gup del Tribunale di Messina Monica Marino ha accolto l’eccezione della difesa relativa all’inutilizzabilità delle intercettazioni telefoniche ed ambientali e ha disposto il proscioglimento per 11 imputati che erano stati rinviati a giudizio con l’accusa di corruzione elettorale in occasione delle elezioni regionali svoltesi il 27 e 28 ottobre 2012. Cadono tutte le accuse e sono stati pertanto prosciolti con la formula “perchè il fatto non sussiste” l’ex deputato regionale di Milazzo Santo Catalano, Maria Pamela Corrente, Carmelo Fascetto, l’ex sindaco e attuale consigliere comunale di Milazzo Lorenzo Italiano, Armando Buccheri, Rocco Cambria, Davide Lo Turco, Francesco Salmeri, Placido Smedile, Enrico Talamo, di Tortorici e Giuseppa Zangla.

Il Gup ha rinviato a giudizio per una presunta estorsione solo Francesco Pettinato, ex sindaco di Fondachelli Fantina e padre di Marco Antonino Pettinato, attuale primo cittadino del centro tirrenico la cui posizione era stata già stralciata e sarà trattata il 10 febbraio. Il processo inizierà il 17 maggio. Era stata stralciata anche la posizione dell’ex consigliere provinciale Carlo Roberto Cerreti che verrà trattata a parte.

L’indagine, condotta dalla Dia, è stata coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Messina. L’accusa ruotava attorno all’offerta di somme di denaro affinchè venissero utilizzate per accaparrarsi elettori della provincia di Messina in cambio del voto per il rinnovo delle cariche all’Ars per le elezioni regionali dell’ottobre 2012 che videro la vittoria come presidente di Rosario Crocetta.

Nella difesa sono stati impegnati gli avvocati Pietro Fusca, Fabrizio Formica, Isabella Barone, Nunzio Rosso, Filippo Barbera, Carmelo Scillia, Rosaria Composto, Roberto Bonavita, Tommaso Calderone, Diego Lanza, Giuseppe e Gian Maria Santilano e Laura Todaro.

         Giuseppe Lazzaro

Edited by, giovedì 28 gennaio 2022, ore 11,01. 

 

(Visited 414 times, 1 visits today)