Galati Mamertino: Presentato il libro “Un solo rogo d’anima e di carne”, le lettere di Nino Ferraù a Maria

In piazza San Giacomo a Galati Mamertino si è svolta sabato sera la presentazione del libro “Un solo rogo d’anima e di carne”, le lettere d’amore di Nino Ferraù alla compagna Maria scritte dal 1957 al 1959. Foto in alto il tavolo, da sx: il narratore GIANNI DI GIACOMO, il prof. GIUSEPPE FONTANELLI, l’autore LUCIANO ARMELI IAPICHINO, il sindaco VINCENZO AMADORE, in basso l’altro autore ANTONIO BAGLIO. Il servizio della giornalista Maria Carmela Drago, di Tele Mistretta…

In piazza San Giacomo, davanti ad una grande cornice di pubblico malgrado alcune concomitanze (ultimi scampoli di agosto, post festa dei Tre Santi e partita di Serie A Juventus-Roma in tv), si è svolta sabato sera la presentazione del libro “Un solo rogo d’anima e di carne”, le lettere d’amore di Nino Ferraù alla compagna Maria scritte dal 1957 al 1959. La manifestazione rientrava nel cartellone degli eventi di agosto del Comune di Galati Mamertino e, al tavolo, era presente il sindaco Vincenzo Amadore. Il libro, edito da Armenio (l’editore Nino Armenio era presente tra il pubblico), è stato presentato dagli autori, prof. Luciano Armeli Iapichino, docente al Liceo “Lucio Piccolo” di Capo d’Orlando e scrittore e prof. Antonio Baglio, docente di Storia contemporanea all’Università di Messina con gli interventi del prof. Giuseppe Fontanelli, già docente di letteratura italiana e Gianni Di Giacomo che ha letto alcuni passi. Intermezzi musicali, all’inizio, al centro e al termine, di Giuseppe Lazzaro (violino) e Adelaide Librizzi (pianoforte), foto sotto entrambi.

“Ci sono serate – ha scritto Luciano Armeli Iapichino sulla propria pagina Facebook – che poi di colpo, tra la tregua meteorologica, una platea inaspettata, la qualità dei contenuti e la magia dell’amore, diventano uniche. Serate in cui la presentazione di un libro, la complicità del pentagramma e la passione per la cultura suonano all’unisono in una piazza immensa e attenta. Questo è quanto successo a Galati Mamertino in occasione della presentazione di “UN SOLO ROGO D’ANIMA E DI CARNE” – NINO FERRAÙ: LETTERE A MARIA (1957-1959), a cura di Luciano Armeli Iapichino e Antonio Baglio. Antonino Armenio Editore.

Ringrazio veramente tutti per questa bellissima cornice di emozioni che ci nutre di entusiasmo nel continuare il cammino sui viali alberati della scrittura e dell’anima.

Un grazie di cuore anzitutto all’amico Antonio Baglio, con cui condivido percorso culturale e umano;

Un grazie a Peppino Fontanelli, raffinato interprete della Letteratura italiana contemporanea;

Un grazie a Gianni Di Giacomo che con la sua voce narrante ha materializzato di fatto l’anima del poeta;

Un grazie va alla famiglia FERRAÙ per averci aperto le porte del Novecento attraverso la parabola poetica e culturale dell’aedo di casa;

Un ringraziamento va al sindaco, Vincenzo Amadore, per aver reso possibile un momento così importante per Galati Mamertino e per tutti gli appassionati di cultura dell’hinterland;

Un grazie a Giuseppe Lazzaro e Adelaide Librizzi per aver incorniciato l’Amore in un bellissimo repertorio di note musicali.

E un grazie senza fine a quanti ci seguono e ci stimano, agli amici di sempre e, soprattutto, al mio paese natio Galati Mamertino.

Foto di gruppo al termine anche con Pippo Ferraù, fratello di Nino (quarto da sx) e dell’editore Antonino Armenio (terzo da dx)

      Maria Carmela Drago

Edited by, lunedì 29 agosto 2022, ore 15,30. 

(Visited 244 times, 1 visits today)