Messina: Celebrato il 210° anniversario dell’Arma dei Carabinieri

Oggi a Messina, in piazza Duomo, il Comando Interregionale Carabinieri “Culqualber” e il Comando Provinciale Carabinieri di Messina hanno celebrato il 210° anniversario della fondazione dell’Arma dei Carabinieri, prima Arma dell’Esercito e costituita il 5 giugno 1814. Servizio e foto…

Oggi, 5 giugno, nel corso della mattinata, a Messina, nella splendida cornice di piazza Duomo, il Comando Interregionale Carabinieri “Culqualber” e il Comando Provinciale Carabinieri di Messina hanno celebrato il 210° anniversario della fondazione dell’Arma dei Carabinieri, prima Arma dell’Esercito e costituita il 5 giugno 1814.

La cerimonia si è svolta alla presenza del Comandante Interregionale Carabinieri “Culqualber”, Generale di Corpo d’Armata Giovanni Truglio, quale più alta carica militare e Autorità di vertice dell’Arma dei Carabinieri, accompagnato dai Comandanti delle Legioni Carabinieri “Sicilia” e “Calabria”, nonché delle più alte cariche istituzionali, civili, militari e religiose delle due regioni.

Alla manifestazione hanno preso parte i rappresentanti delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma della provincia, nonché dell’Associazione Nazionale Carabinieri e dell’Associazione Nazionale Forestali, con i rispettivi labari.

Anche quest’anno particolare attenzione è stata rivolta ai giovani, attori principali della cultura della legalità e che rappresentano il simbolo del legame e della condivisione dei valori tra l’Arma di oggi e le nuove generazioni. Alla cerimonia sono infatti intervenuti oltre 200 allievi delle scuole elementari e medie degli Istituti Comprensivi della città.

L’evento ha avuto inizio con l’ingresso di uno schieramento di militari, composto dalla Fanfara del 12° Reggimento Carabinieri “Sicilia” e da un Battaglione di formazione costituito da alcune delle articolazioni dell’Arma presenti sul territorio del Comando Interregionale “Culqualber”, nelle uniformi tipiche di ciascun reparto, dalla Grande Uniforme Speciale, con la tradizionale lucerna con pennacchio, dei frequentatori della Scuola Allievi Carabinieri di Reggio Calabria, alle uniformi del quotidiano servizio d’istituto dei Comandanti di Stazione, sino a quelle operative utilizzate dagli Squadroni Eliportati Cacciatori nelle perlustrazioni dei territori impervi di Calabria e Sicilia.

I carabinieri schierati hanno quindi reso gli onori alla Bandiera d’Istituto della Scuola Allievi Carabinieri di Reggio Calabria e, dopo la lettura del messaggio del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e dell’ordine del giorno del Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Generale di Corpo d’Armata Teo Luzi, il comandante provinciale dell’Arma, Colonnello Marco Carletti, ha tracciato un resoconto dell’attività dei carabinieri della Provincia negli ultimi dodici mesi. Ha preso quindi la parola il Comandante Interregionale che, dopo aver ringraziato le Autorità presenti e gli intervenuti alla cerimonia, ha illustrato l’impegno dei carabinieri in Sicilia e in Calabria, ricordando come ogni sforzo venga esercitato per contrastare la minaccia costituita non solo dalla persistente presenza della criminalità organizzata ma anche dagli altri fenomeni delittuosi che inficiano fortemente le condizioni di vita e il benessere dei cittadini, dalle frodi informatiche alla violenza di genere, dai reati ambientali a quelli che offendono la salute delle persone e il patrimonio culturale. Ha poi proseguito evidenziando la basilare importanza del controllo del territorio che, nell’ambito del Comando Interregionale “Culqualber”, viene garantito da 700 Stazioni carabinieri e dalle centinaia di pattuglie espresse quotidianamente da tutti i Reparti dell’Arma presenti. L’Alto Ufficiale ha, quindi, concluso ringraziando tutti i carabinieri di Sicilia e di Calabria per il lavoro svolto e i risultati conseguiti.

A seguire il Generale Truglio, tra i militari di tutti i reparti dell’Arma che operano in Sicilia e in Calabria e che si sono distinti in servizio, ha premiato, facendo consegnare i relativi attestati ad alcune delle Autorità presenti, con la concessione di un: Encomio Solenne del Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, a due militari della Stazione di Cinquefrondi (RC); Encomio Solenne del Comandante Interregionale Carabinieri Culqualber, militari dei Comandi Provinciali di Cosenza e Reggio Calabria; Encomio Semplice del Comandante Interregionale Carabinieri Culqualber, militari dei Comandi Provinciali di Palermo, Trapani e Catanzaro; Encomio Semplice del Comandante della Legione.

              g.l.

Edited by, mercoledì 5 giugno 2024, ore 14,34.  

(Visited 187 times, 1 visits today)