S.Agata Militello: Circoscritto l’incendio al capannone nautico. Danni ingenti, poteva andare molto peggio

Danni ingenti, un ferito lieve, le fiamme circoscritte e scongiurato il temuto disastro ambientale. Ecco il bilancio del devastante incendio (foto in alto) che, oggi pomeriggio, ha distrutto uno dei due capannoni all’interno di un cantiere nautico di contrada Rosmarino, tra i comuni di Sant’Agata Militello e Torrenova sul versante della Strada Statale 113. Si indaga per appurare le cause del rogo…

Danni ingenti, un ferito lieve, le fiamme circoscritte e scongiurato il temuto disastro ambientale. Ecco il bilancio del devastante incendio che, oggi pomeriggio, ha distrutto uno dei due capannoni all’interno di un cantiere nautico di contrada Rosmarino, sulla sponda santagatese dell’omonimo torrente che divide i comuni di Sant’Agata Militello e Torrenova sul versante della Strada Statale 113. Da riportare solo lievi ustioni ad un braccio per il titolare della struttura, intervenuto per evitare che le fiamme potessero attingere anche l’altra parte dell’impianto. Il rogo è divampato intorno alle 15 quando una ventina di operai in servizio nell’ala del cantiere dedita alla realizzazione delle imbarcazioni avevano già finito il loro turno di lavoro, previsto dalle 6 alle 14. Nell’altro capannone si trovavano invece gli operai addetti alle rifiniture delle imbarcazioni il cui turno di lavoro si conclude alle 4 del pomeriggio. È stato proprio il titolare del cantiere nautico, giunto da poco sul posto, ad accorgersi di un bagliore che proveniva da una delle saracinesche abbassate. L’uomo ha subito capito cosa stesse succedendo ed ha aperto idranti ed estintori in dotazione, bagnando la zona coperta che separa i due capannoni, scongiurando così il propagarsi del rogo e cercando di mettere al riparo quanti più materiali possibili.

Immediatamente è stato dato l’allarme e sul posto sono giunti i vigili del fuoco del vicino distaccamento di Sant’Agata Militello, uomini e mezzi dei volontari di Protezione civile di Torrenova e Sant’Agata Militello e le autobotti comunali. Nel frattempo una folta nube di fumo si è alzata nella vallata del Rosmarino, tanto da essere notata visibilmente anche da diversi chilometri di distanza e persino sull’autostrada sulla direttrice Cefalù-S.Agata. Una nube sprigionata dai materiali altamente infiammabili tra cui resine, catalizzatori, vernici, solventi e altri tipo di composti utilizzati nella realizzazione delle imbarcazioni e che si trovavano all’interno del cantiere. Sul posto anche i carabinieri della Compagnia di Sant’Agata Militello, una pattuglia della polizia del locale Commissariato ed un’ambulanza del 118. Si indaga per appurare le cause dell’incendio, se accidentali o dolose.

         Giuseppe Lazzaro

Edited by, mercoledì 22 giugno 2022, ore 21,42. 

(Visited 1.372 times, 21 visits today)