Termini Imerese: Accusati di usura ai danni di un panettiere, arrestati padre e figlio

Praticavano usura insieme GIOVANNI e MICHAEL RUSSO, padre e figlio di Termini Imerese, arrestati dai carabinieri con l’accusa di usura ai danni di un panettiere che, dopo l’incendio dell’auto della moglie, ha denunciato tutto. Il servizio sul link Sicilia News…

I carabinieri hanno eseguito una ordinanza agli arresti ai domiciliari nei confronti di Giovanni e Michael Russo, rispettivamente padre e figlio, di Termini Imerese, accusati di usura aggravata nei confronti di un panettiere a cui era stata data alle fiamme l’auto della moglie. Il provvedimento è stato firmato dal Gip del Tribunale di Termini Imerese.

Ai due viene contestata anche la tentata estorsione perché avrebbero preteso somme non dovute dal commerciante. Nel corso dell’indagine condotta dai carabinieri della locale Compagnia, coordinati dalla Procura, partite proprio del rogo della vettura sono state perquisite l’abitazione dei due arrestati e sequestrate somme di denaro. Dopo l’incendio dell’auto, il panettiere ha iniziato a raccontare quanto avrebbe subito in questi mesi. Il prestito di 20.000 euro sarebbe cresciuto in modo esponenziale. Padre e figlio sono assistiti dagli avvocati Salvatore Giambrone e Giuseppe Minà. Nel corso dell’interrogatorio si sono avvalsi della facoltà di non rispondere.

        g.l.

Edited by, mercoledì 19 aprile 2023, ore 11,07. 

(Visited 253 times, 1 visits today)