Traversata dello Stretto: L’orlandina Anastasia Forte compie l’impresa

ANASTASIA FORTE (foto in alto di spalle), 24 anni, è la prima orlandina ad avere tentato, portandola a termine, la Traversata dello Stretto di Messina, molto complicata nei poco più di 6 km di percorso, a causa delle continue e forti correnti. Anastasia lo ha fatto domenica 31 luglio in occasione dell’edizione numero 58 della Traversata…

Anastasia Forte, 24 anni, è la prima orlandina ad avere tentato, portandola a termine, la Traversata dello Stretto di Messina, molto complicata nei poco più di 6 km di percorso, a causa delle continue e forti correnti. Anastasia lo ha fatto domenica 31 luglio in occasione dell’edizione numero 58 della Traversata.

Un risultato che la giovane, che vive ed è laureanda con la specialistica a Roma, ha raggiunto con caparbietà e determinazione, sostenuta da familiari ed amici.

Anastasia durante la Traversata nelle due foto in alto

Anastasia si è cimentata in una delle sfide più difficili per i tutti nuotatori, quella di affrontare le fortissime correnti che caratterizzano il tratto di mare da Capo Peloro-Torre Faro fino al porticciolo di Cannitello, a Villa San Giovanni, insieme ad una novantina di altri atleti, quasi tutti professionisti di calibro nazionale. E’ riuscita nell’impresa, superando la sfida, più con se stessa e il mare che con i suoi concorrenti di traversata, per amore dello sport. Infatti Anastasia Forte non è una provetta sportiva, anzi.

Giocatrice di pallanuoto dall’età di 12 anni, a Bologna dove si è laureata con la triennale in Scienze politiche e relazioni internazionali e tesserata in quanto gioca in una squadra di Roma, il CSI Roma Flaminio. Si trova nella capitale perché frequenta l’ultimo anno della laurea magistrale.

Anastasia in versione pallanotista

“Ho deciso di partecipare alla Traversata – dice Anastasia Forte – per andare oltre il mio sport, provare una nuova esperienza e misurarmi con una sfida più grande. Nell’ultimo mese ho alternato studio e sport: la mattina nuotavo sulla lunga distanza nel mare di Capo d’Orlando e il pomeriggio preparavo l’ultimo esame della sessione”.

Come è andata?

“La distanza della traversata è di 6,2 km e la parte più complicata sono state le correnti ma, nonostante ciò, non ho mollato e dopo 1 ora e 54 minuti, ho raggiunto il mio obiettivo e l’ho portata a termine. Fondamentali sono state le indicazioni del mio barcaiolo e l’incitamento dei miei genitori che mi hanno seguito durante tutto il percorso con la barca”.

        g.l.

Edited by, mercoledì 3 agosto 2022, ore 17,51.   

 

 

(Visited 1.057 times, 1 visits today)