Salute&Benessere: L’Oro Verde, un alleato prezioso!

E’ tempo di raccolta di olive quello attuale e con i frantoi in piena azione, soprattutto al Sud e in Sicilia. Olio, ovvero l’Oro Verde: quali sono i vantaggi nell’alimentazione e a cosa bisogna stare attenti. Argomento interessantissimo quello proposto, in questa settimana, dalla dottoressa ISABELLA SALVIA, nutrizionista con studio in Barcellona, nella puntata n. 125 della rubrica “Salute&Benessere”…

In queste settimane, in tanti centri della Sicilia e del nostro Sud, sono attivi vari frantoi, che dalle olive appena raccolte producono un’eccellenza italiana, l’Olio Extravergine d’Oliva.

E’ importante ricordare che, solo pochi mesi fa, negli Stati Uniti d’America la Food and Drug Administration (FDA) ha catalogato l’Olio Extravergine d’Oliva (EVO) addirittura come un farmaco, stilando una serie di suggerimenti per la sua corretta assunzione. Ogni giorno ed entro 12/18 mesi dall’estrazione (dalla data di imbottigliamento del prodotto secondo la Legge italiana n.9/2013) è bene consumare, sempre secondo le indicazioni di un nutrizionista, al massimo 2 cucchiai di olio  Extravergine d’Oliva pari a circa 23 grammi (con un apporto di poco più di 200 calorie), crudo e lavorato a freddo (con un contenuto di acido oleico tra il 70 e l’80%), per garantire al nostro organismo l’assunzione di almeno 17.5 grammi di acido oleico, un buon apporto di vitamina E e di polifenoli.

Sono ormai anni che ricordo a voi affezionati lettori quanto sia importante l’alimentazione nell’ottica di prevenire o di contribuire a curare molte malattie. Dobbiamo ricordarci sempre che “siamo quello che mangiamo”; quindi, se gli alimenti che ingeriamo contengono sostanze nocive o sono prodotti con trattamenti intensivi (che possano addirittura cambiarne il DNA), rischiamo di mangiare cibi non più naturali, che potrebbero provocare problemi di assimilazione dei nutrienti, con immediate conseguenze sulla nostra salute. Il nostro sistema immunitario è il primo ad avere ripercussioni, con evidenti effetti negativi sul nostro benessere.

Nella nostra Sicilia, e principalmente nell’area dei Nebrodi, abbiamo la fortuna di vivere in una zona con limitatissimi inquinamenti del suolo, dell’aria o del mare, conseguentemente non solo respiriamo bene, ma possiamo trovare olive raccolte nelle migliori condizioni possibili. E’  importante comprendere l’importanza dei nostri prodotti, come l’Olio Extravergine d’Oliva, seguendo sempre un’alimentazione bilanciata. Come dimostrato da numerosi studi clinici l’olio extravergine d’oliva è il più adatto all’alimentazione tra i grassi alimentari di largo consumo, in quanto ricco di acidi grassi monoinsaturi (sostanze grasse attive per la prevenzione dei disturbi cardiovascolari) e polifenoli (potentissimi antiossidanti naturali), ma povero di grassi saturi (responsabili dell’aumento del colesterolo nel sangue e legati a problemi come l’occlusione delle arterie, l’arterosclerosi, l’infarto del miocardio). I polifenoli hanno un sapore amaro e piccante, quindi se in un olio si ritrovano queste due note di sapore, significa che i polifenoli sono presenti ed è quindi buono. I nostri Nebrodi hanno un olio extravergine d’oliva che ha avuto la Denominazione di Origine Protetta (meglio nota come DOP), un marchio di tutela attribuito dall’Unione Europea agli alimenti quando le caratteristiche qualitative dipendono essenzialmente dal territorio in cui sono stati prodotti. Si tratta dell’olio extravergine d’oliva “VALDEMONE DOP”, prodotto da piante (o cultivar) del nostro territorio chiamate “Santagatese”, “Ogliarola messinese” e “Minuta” (o “Nasitana”), con spiccate presenze di polifenoli.

E’ certamente opportuno ricordare di non abusare mai di un singolo alimento, né esagerare sulle quantità, principalmente per coloro che hanno patologie accertate. Pertanto, se si vogliono sfruttare in pieno i benefici del nostro Oro verde, è bene rivolversi ad un professionista della nutrizione, come un biologo nutrizionista, per trovare la migliore soluzione sulla base di una diagnosi individuale.

Eventuali quesiti o temi d’interesse mi potranno essere segnalati su Facebook alla pagina “Dott.ssa Isabella Salvia – Biologa Nutrizionista” o tramite WhatsApp al 320 6556820.

Isabella Salvia

I contenuti di questo articolo hanno esclusive finalità informative e divulgative, non essendo destinati ad offrire consulenza medica/nutrizionale personale. La dottoressa Isabella Salvia consiglia sempre di rivolgersi ad un professionista qualificato della nutrizione (un biologo nutrizionista, un medico dietologo o un dietista) per ricevere un piano alimentare personalizzato, redatto sulla base di una diagnosi individuale, sia per soggetti sani che per le persone affette da patologie accertate.

Edited by, venerdì 25 ottobre 2019, ore 19,03. 

(Visited 254 times, 1 visits today)