Capo d’Orlando: Il sindaco Ingrillì aderisce a Italia Viva

Il sindaco di Capo d’Orlando Franco Ingrillì (foto in alto) ha ufficialmente aderito a Italia Viva, il movimento fondato dall’ex premier Matteo Renzi, dopo la sua fuoriuscita dal PD e risultato fallimentare se non fosse stato per il ticket con Carlo Calenda, di Azione, per dare vita a quel Terzo polo che, alle recenti elezioni politiche, ha salvato entrambi dalla catacomba politica.

Italia Viva fallimentare anche sul territorio provinciale e nebroideo. Infatti l’ex Giuseppe Laccoto ha capito tutto, si è tolto di mezzo ed è stato rieletto all’Ars con la Lega mentre a Sant’Agata Militello, dove la consigliere comunale Nunziatina Starvaggi è stata appena nominata responsabile Area Nebrodi, i pochi aderenti a Italia Viva alle elezioni regionali del 25 settembre scorso hanno votato, chissà come e chissà perché, la Lega e Giuseppe Laccoto.

È stato il deputato nazionale palermitano Davide Faraone a dare la notizia che il sindaco di Capo d’Orlando fa parte di Italia Viva. Il primo cittadino entra a far parte anche del coordinamento regionale del partito. Con lui anche i sindaci di Aragona Giuseppe Pendolino, Enna Maurizio Di Pietro, Bagheria Filippo Tripoli e Sambuca di Sicilia Leo Ciaccio.

            Giuseppe Lazzaro

Edited by, giovedì 15 dicembre 2022, ore 16,18. 

(Visited 536 times, 1 visits today)