Catania: Lo stupro su una 13enne a Villa Bellini, in 5 a processo

Saranno processati con l’accusa di violenza sessuale di gruppo i cinque egiziani maggiorenni arrestati dai carabinieri di Catania per lo stupro ad una ragazzina di 13 anni, il 30 gennaio scorso, commessa nei bagni pubblici della Villa Bellini nel capoluogo etneo (foto in alto). Il processo al via il 24 settembre al Tribunale di Catania. Il servizio sul link Sicilia News…

Saranno processati con l’accusa di violenza sessuale di gruppo i cinque egiziani maggiorenni arrestati dai carabinieri di Catania per l’aggressione a una tredicenne, il 30 gennaio scorso, commessa nei bagni pubblici della Villa Bellini nel capoluogo etneo. Lo ha disposto il Gip del Tribunale di Catania che ha accolto la richiesta di giudizio immediato avanzata dal Procuratore aggiunto Sebastiano Ardita e dalla sostituta procuratrice Anna Trinchillo. La prima udienza del processo è stata fissata per il prossimo 24 settembre davanti la Seconda sezione penale del Tribunale di Catania. Quattro degli imputati sono in carcere mentre un quinto, che ha collaborato alle indagini, è agli arresti domiciliari.

Per la violenza sessuale di gruppo alla tredicenne, commessa davanti al fidanzato 17enne della stessa, sono indagati e detenuti altri due egiziani non maggiorenni, la cui posizione è al vaglio della Procura per i Minorenni di Catania, diretta dalla Procuratrice Carla Santocono. Determinanti nelle due inchieste sono state le dichiarazioni della 13enne e del suo fidanzato che hanno denunciato la violenza e poi riconosciuto gli aggressori. Le loro testimonianze sono state acquisite durante un incidente probatorio che si è svolto davanti ai due Gip, Distrettuale e per i Minorenni, che è stato acquisito agli atti dei due procedimenti e che sarà riversato direttamente nel fascicolo del processo.

          g.l.

Edited by, mercoledì 5 giugno 2024, ore 13,09. 

(Visited 130 times, 1 visits today)