L’omicidio del medico nel milanese: fermato un uomo di Acquedolci

È originario di Acquedolci Benedetto Bifronte (foto in alto), l’uomo fermato dai carabinieri nella notte per l’omicidio del dott. Giorgio Falcetto (foto in basso), il cardiochirurgo di 76 anni che era stato colpito alla testa con un’accetta nel parcheggio del Policlinico “San Donato” martedì mattina. Il medico è morto all’ospedale “San Raffaele” di Milano, dove si trovava ricoverato, ieri sera.

L’aggressore, Benedetto Bifronte, pregiudicato di 62 anni, come detto originario di Acquedolci, ma da anni residente a Rozzano (Milano), è stato identificato e fermato dai carabinieri immediatamente dopo i fatti e, in attesa della convalida davanti al giudice del Tribunale di Milano, è stato rinchiuso nel carcere milanese di San Vittore.

Secondo la ricostruzione dei carabinieri della Compagnia di San Donato Milanese, che conducono le indagini sull’accaduto sotto il coordinamento della Procura di Milano, Benedetto Bifronte avrebbe aggredito il medico a causa di una banale lite per un parcheggio, con un’accetta che teneva nel portabagagli, di cui si sarebbe liberato poco dopo, dandosi alla fuga.

           Giuseppe Lazzaro

Edited by, giovedì 15 dicembre 2022, ore 12,23. 

(Visited 1.736 times, 1 visits today)