Op. “Furia”: Il troncone dello spaccio di droga, sono 27 gli indagati

Nel giro di un mese e mezzo la Dda di Messina ha chiuso le indagini per un troncone, quello riguardante lo spaccio di droga, dell’operazione che, il 22 febbraio scorso, portò all’emissione di 86 misure cautelari nel barcellonese. Per questa tranche, denominata “FURIA”, sono 27 gli indagati…

I magistrati della Dda di Messina, Fabrizio Monaco e Francesco Massara, con il Procuratore aggiunto Vito Di Giorgio, hanno concluso le indagini per 27 persone indagate nel troncone dell’inchiesta che ha riguardato una parte dell’organizzazione del traffico di sostanze stupefacenti che pone ancora una volta al centro Barcellona come crocevia della droga destinata a Milazzo e alle Eolie. Troncone d’indagine inizialmente battezzato “Furia” – dallo pseudonimo di uno degli indagati più attivi – che è scaturito da una capillare inchiesta che ha avuto origine nel 2018 a seguito della scarcerazione del barcellonese Carmelo Mazzù, 34 anni, e che lo scorso 22 febbraio per le risultanze conseguite ha consentito ai carabinieri del Nucleo operativo della Compagnia di Barcellona, l’esecuzione, nell’ambito di una più ampia operazione antimafia (86 misure cautelari in tutto, vedere servizio postati in archivio sul link Cronaca), di 25 ordinanze cautelari di diversa natura. Ad aver avuto notificato l’avviso di conclusione delle indagini con contestuale informazione di garanzia sono state 27 persone sulle 30 che inizialmente risultavano indagate.

Si tratta di: Francesco Aiello, 29 anni, di Messina; Giovanni Alessi, 58 anni, di Rometta; Stellario Bernava, 55 anni, di Messina; Carmelo Caggegi, 55 anni, di Giardini Naxos; Alfio Campo, 38 anni, di Castroreale; Antonio Chiofalo, 51 anni, di Furnari; Giuseppe Chiofalo, inteso “furia”, 34 anni, di Rodì Milici; Giovanni Cutroneo, 58 anni, di Messina; Carmelo Donato, 37 anni, di Furnari; Salvatore Franco, 55 anni, di Giardini Naxos; Antonio Domenico Fugazzotto, 51 anni, di Barcellona; Tindaro Giardina, 35 anni, di Barcellona; Alessandro Giusti, 40 anni, di Messina; Antonio Iacono, 27 anni, di Lipari; Maurizio La Spada, 32 anni, di Terme Vigliatore; Marco Bartolomeo Lo Presti, 33 anni, di Lipari; Carmelo Mazzù, 34 anni, di Barcellona; Alessandro Mirabile, 41 anni, di Rodì Milici; Matias Jesus Piccolo, 28 anni, di Terme Vigliatore; Antonino Pirri, 34 anni, di Barcellona; Piero Salvo, 35 anni, di Terme Vigliatore; Santi Manuel Scardino, 21 anni, di Barcellona; Francesco Fabio Spina, 27 anni, di Barcellona; Salvatore Torre Lo Duca, 39 anni, di Terme Vigliatore; Paolo Verzera, 62 anni, di Messina; Giovanna Vigneri, 35 anni, di Messina, Antonio Zocca inteso Antonello, 57 anni, di Messina.

Stralciate da questo troncone le posizioni di altri tre indagati: Antonio Coppolino, 26 anni, di Barcellona, del barcellonese Domenico Floramo, 66 anni che è stato arrestato in Germania e che figura indagato anche in un altro troncone della stessa operazione scattata il 22 febbraio scorso e dell’immigrato marocchino Mohamed Hajjoubi, 24 anni.

         Leonardo Orlando

Edited by, giovedì 7 aprile 2022, ore 17,23. 

(Visited 1.308 times, 1 visits today)