Sicilia: Risolto il mistero dell’oggetto luminoso in cielo, è un razzo di SpaceX

E’ stato risolto il mistero inerente gli avvistamenti di oggetti luminosi nei cieli in Sicilia di domenica sera (foto in alto), visto anche in provincia di Messina: è un razzo di SpaceX, lanciato da una compagnia americana per la costellazione Starlink. La provenienza del lancio da Cape Canaveral, in Florida. Il servizio sul link Sicilia News…

Si sono susseguite, nella serata di ieri, domenica 23 giugno, segnalazioni e avvistamenti di un misterioso oggetto illuminato e affiancato da altre fonti luminosi, mentre vola nei cieli della Sicilia ma non solo. Si registrano analoghe segnalazioni, proprio in queste ore, anche da Malta e dalla Puglia. Ad interessarsi particolarmente di raccogliere queste segnalazioni è stato il sito del Centro meteorologico siciliano che, intorno alle ore 23, ha pubblicato un aggiornamento al riguardo per spiegare che «l’avvistamento che sta interessando il Sud Italia sembrerebbe essere il razzo vettore dei satelliti Starlink. Alle 19,15 di oggi (ieri per chi legge ndr), SpaceX ha lanciato un lotto di satelliti per la costellazione Starlink dal complesso di lancio 40 a Cape Canaveral in Florida (USA). Questo lancio fa parte del progetto di SpaceX per fornire un sistema di comunicazione Internet spaziale attraverso una vasta rete di satelliti in orbita bassa terrestre (LEO)».

Starlink è una costellazione di satelliti attualmente in costruzione dal produttore privato aerospaziale statunitense SpaceX, di proprietà di Elon Musk, per l’accesso a internet satellitare globale in banda larga a bassa latenza.

Sempre secondo quanto riporta il Centro meteorologico siciliano, il «razzo vettore, un Falcon 9 Block 5, ha completato con successo la missione di mettere in orbita i satelliti Starlink. L’orbita dei satelliti è a bassa quota, quindi il razzo è stato visibile durante il lancio e l’inserimento in orbita. Le coordinate esatte della rampa di lancio sono 28.56194122, -80.57735736. Il razzo utilizzato, identificato come Booster B1078/11, è stato recuperato con successo sull’ASDS/ASOG (una nave drone di recupero) dopo aver completato il suo compito. Questo spiega perché molti hanno potuto osservare il razzo in volo, dato che la traiettoria del lancio era visibile dal Sud Italia».

Si era dunque pensato, in un primo momento, ad un oggetto volante non identificato.

Le segnalazioni sono arrivate anche dalla provincia di Messina, in particolare nella zona tirrenica. In serata altre segnalazioni anche dal territorio di Castellammare del Golfo in contrada Fraginesi, da Agrigento, dal catanese, da Modica, oltre che dall’isola di Malta e da Gallipoli in Puglia.

Massimo Provenza, da Gds.it

Edited by, lunedì 24 giugno 2024, ore 9,11. 

(Visited 1.333 times, 1 visits today)