Furnari: Caccia all’uomo conclusa, arrestato l’ex parà che ha accoltellato la zia

E’ terminata oggi pomeriggio la fuga, e conseguente caccia all’uomo, di VINCENZO BAGLIONE, ex paracadutista che, armato di un coltello (foto in alto), dopo avere ferito la zia (non è grave) era scappato nelle campagne di Furnari inseguito dai carabinieri che lo hanno arrestato dopo alcune ore…

Una vera e propria caccia all’uomo si è conclusa nel pomeriggio nelle campagne di Furnari, in provincia di Messina: è stato catturato dai carabinieri il 52enne Vincenzo Baglione, il quale stamane, armato di un grosso coltello da caccia dalla lama di 40 centimetri, una sorta di machete, ha fatto irruzione nella bottega gestita dalla zia, Silvana Lopes, colpendola e ferendola ad una mano, tanto da farle saltare la falange. L’uomo, che era stato ripreso da una telecamera di sorveglianza con in mano il coltello, è stato immobilizzato con l’ausilio di un taser. Adesso sarà il magistrato Luca Gorgone a stabilire dove trasferire il 52enne.

Uscito dal minimarket, che si trova all’angolo tra via Nuova Russo e via Risorgimento, Baglione, ex parà della Folgore, con trascorsi familiari difficili, è fuggito prima a bordo della sua Fiat Panda 4×4, poi dopo aver abbandonato l’auto ha proseguito a piedi. I carabinieri lo hanno inseguito, sparando anche dei colpi in aria ma l’uomo, abituato a lunghe camminate nei boschi, si era dileguato nella fitta vegetazione della campagna, in una zona ricca di casolari. Sulle sue tracce è entrato in azione anche un elicottero dei carabinieri, proveniente da Catania e c’erano anche i “Cacciatori di Sicilia” dell’Arma. La zia ferita, portata all’ospedale “Fogliani” di Milazzo, è stata dichiarata fuori pericolo.

       Leonardo Orlando

Edited by, mercoledì 7 settembre 2022, ore 15,42. 

(Visited 1.111 times, 1 visits today)