L’incidente mortale di Taormina: gli organi di Francesco salvano 7 persone, trapianti a Palermo e Torino

FRANCESCO CARUSO (foto in alto) aveva 22 anni e, pochi giorni fa, è morto a seguito di un incidente stradale avvenuto lungo la Strada Statale 114 a Taormina. Ma sette vite si sono salvate grazie al nobile gesto della famiglia del ragazzo che ha acconsentito per la donazione degli organi. Il servizio…

«La morte di Francesco Caruso, di soli 22 anni, avvenuta dopo uno scontro frontale sulla Strada Statale 114, a Taormina, ha colpito tutta la comunità ma il nobile gesto della famiglia, che ha donato gli organi, e la competenza dei medici dell’ospedale “San Vincenzo” di Taormina farà vivere sette persone». Ne dà notizia il commissario straordinario dell’Asp di Messina Giuseppe Cuccì che si unisce al dolore della famiglia e si complimenta con l’équipe, coordinata dal prof. Giuseppe Bova, che ha eseguito l’intervento, dopo l’accertamento di irreversibilità delle funzioni cerebrali da parte della commissione medica.

«Dopo la constatazione del decesso – prosegue il dott. Cuccì – si è messa in moto la complessa macchina per le operazioni di espianto degli organi (cuore, fegato, reni e cornee) che ha permesso di salvare la vita a delle persone, tra cui una bambina a Torino e altri pazienti all’Ismett e al Civico di Palermo. La donazione di organi è di fondamentale importanza per garantire la sopravvivenza di molti individui, che spesso si trovano in una situazione di estrema urgenza e dipendono dalla generosità di chi ha deciso di donare i propri organi. Grazie all’espianto e alla successiva donazione è possibile salvare vite umane, dando una seconda possibilità a chi altrimenti non avrebbe avuto alcuna speranza di guarire. È importante sensibilizzare la popolazione sull’importanza della donazione perché ogni giorno in Italia e nel mondo molte persone muoiono in attesa di un trapianto. Donare i propri organi significa donare la vita e regalare una speranza concreta a chi lotta contro malattie gravi e spesso incurabili».

            g.l.

Edited by, venerdì 26 aprile 2024, ore 14,16. 

(Visited 438 times, 1 visits today)