Merì: La morte del 16enne Ayman tra le fiamme, non ci sono indagati e il suicidio resta la prima pista

Dall’esame dell’i-phone eseguito dal tecnico nominato dalla Procura di Barcellona non sarebbero emerse piste su un possibile omicidio, inoltre non ci sono indagati e, secondo gli inquirenti, seppur senza certezze, il 16enne AYMAN SERTI (foto in alto), lo studente di origine marocchina residente a Merì, lo scorso 16 febbraio, quando venne trovato morto avvolto dalle fiamme, si sarebbe suicidato. Il servizio…

Ayman Serti, lo studente di 16 anni di origini marocchine, deceduto tra le fiamme nella tarda serata del 16 febbraio scorso, sarebbe morto suicida. Allo stato attuale non sarebbero emerse, infatti, responsabilità di terzi, tanto che per la morte del giovane non figurano persone indagate, nemmeno per l’espletamento delle formalità di legge, nonostante siano stati compiuti diverse tipologie di accertamenti tecnici: dall’autopsia, all’estrapolazione del contenuto del telefonino della vittima, un “iPhone”, che l’esperto informatico della Procura di Barcellona, dopo aver decifrato il codice di accesso, ha esaminato all’incirca dieci giorni fa. Invece, tra domenica e lunedì, si era diffusa on line una notizia nella quale, oltre ad affermare che per il decesso in circostanze tragiche del giovane marocchino si rafforzava l’ipotesi dell’omicidio, si affermava che per le indagini vi sarebbero stati tre sospettati. È intervenuto il Comando provinciale dei carabinieri di Messina che ha dovuto spiegare ai cronisti, anche della Rai, che chiedevano conferme, su quanto apparso in rete, che quanto era stato scritto in rete “è privo di fondamento”. Allo stato, invece, inquirenti ed investigatori propendono per il suicidio, anche perché le immagini delle telecamere posizionate lungo tutte le strade che conducono al piazzale antistante all’ingresso del campo sportivo, mostrano il giovane che quella sera si dirigeva, sempre solo, verso quel piazzale. Anche le auto in transito non si sono mai fermate per dare un passaggio al sedicenne.

Leonardo Orlando, da www.gazzettadelsud.it

Edited by, martedì 21 marzo 2023, ore 11,20. 

(Visited 364 times, 1 visits today)