Naso: Inaugurato il nuovo municipio, una giornata storica

Lo scorso 30 novembre a Naso è stato inaugurato il nuovo municipio che sorge nella ex Casa Collica: una giornata storica. Il servizio e le foto (in alto le autorità presenti)…

Il taglio del nastro, davanti al Vescovo Guglielmo Giombanco, del sindaco Nanì e del presidente del consiglio comunale Giuseppe Randazzo Mignacca

Giuseppe Lazzaro, da Gazzetta del Sud

È stata una giornata emozionante e dal notevole significato storico. L’inaugurazione del nuovo municipio di Naso ha richiamato nel centro nebroideo autorità civili e militari ma anche tantissimi cittadini che hanno seguito le varie fasi con interesse e grande partecipazione. Il sindaco Gaetano Nanì, che ha voluto creare un vero e proprio evento per questo giorno tanto atteso, dal palco del teatro Vittorio Alfieri ha ringraziato tutti coloro che si sono impegnati perché finalmente Naso avesse una Casa Comune degna di tal nome. “Sono emozionato – ha candidamente ammesso il primo cittadino – poiché questo è un momento molto importante per la nostra comunità. Un giorno che sarà ricordato negli anni a venire, un grande segnale di rinascita per un centro che, comunque, guarda al passato con gratitudine e rispetto. Ci sono state molte persone che hanno fattivamente contribuito dal 2015 a garantire una ottimale ristrutturazione di quella che è l’ex Casa Collica, già Palazzo Parisi, costruita nei primi dell’Ottocento ed acquistata dal Comune nel 1989. Mi piace ricordare – ha concluso il sindaco – una di queste, l’ingegnere Giovanni Rubino, venuto a mancare due anni fa da presidente del consiglio comunale, che ha fatto tantissimo per Naso. A lui va il mio affettuoso pensiero in questo felice momento”.

Il sindaco Nanì in mezzo al Questore Gabriella Ioppolo (al microfono) e al Prefetto Cosima Di Stani

Dopo l’accoglienza del sindaco dal teatro Vittorio Emanuele, altro piccolo gioiello della ridente cittadina nebroidea, recentemente ristrutturato e consegnato alla pubblica fruizione, il corteo delle autorità, accompagnato dalla Fanfara dei Carabinieri (foto sotto), si è mosso alla volta del nuovo municipio, sito nella vicinissima via Mazzini. Sulle note dell’Inno di Mameli, eseguito proprio dalla Fanfara della Legione Carabinieri Sicilia diretta dal luogotenente Paolo Mario Sena, si è svolta la cerimonia del taglio del nastro.

Tra le autorità presenti il Prefetto di Messina Cosima Di Stani ed il Questore Gabriella Ioppolo, l’assessore regionale agli Enti Locali Andrea Messina, i deputati regionali Bernardette Grasso e Pino Galluzzo, il Generale di Corpo d’armata Libero Lo Sardo, presidente nazionale dell’Associazione Nazionale dei Carabinieri, il comandante provinciale dei carabinieri di Messina, colonnello Marco Carletti, il Vescovo di Patti, Mons. Guglielmo Giombanco, le massime autorità provinciali di Guardia di Finanza, Marina Militare, Corpo Forestale e Protezione Civile, oltre a tantissimi sindaci del territorio. Il nuovo Palazzo di Città prende il posto dell’edificio posto in piazza Roma, demolito nel 2015, per il cedimento del costone sul quale era edificato.

Edited by, martedì 5 dicembre 2023, ore 12,10. 

(Visited 606 times, 1 visits today)