Palermo: Giallo sulla nave. “Violentata da marinaio” ma nessuna traccia di abusi

La polizia continua le indagini su quanto denunciato da una passeggera di 30 anni di una nave traghetto della compagnia Grimaldi (foto in alto) poco prima di attraccare a Palermo e cioè di essere stata violentata da un marinaio domenica mattina. Al momento nessuna traccia di abusi. Il servizio sul link Sicilia News…

(ANSA) Ha raccontato di avere chiamato l’ex fidanzato dopo essere stata violentata da un componente dell’equipaggio della nave che da Cagliari la stava portando a Palermo. E di aver ripetuto la storia riferita all’ex agli addetti alla reception della nave Europa Palace della compagnia Grimaldi. Una vicenda che, però, non convince gli investigatori che finora non hanno trovato alcun riscontro alle parole della presunta vittima, una passeggera di 30 anni. La donna, visitata dai medici dopo la denuncia, non presenterebbe alcun segno di violenza e non ci sarebbero tracce di sue telefonate ad amici o ex fidanzati. Le indagini, coordinate dalla Procura di Palermo e condotte dalla polizia, comunque non si fermano. Dagli accertamenti sarebbe emerso intanto che la trentenne era sotto effetto di stupefacenti.

La vicenda inizia domenica 12 all’alba. Intorno alle 5 la presunta vittima lascia la cabina e va alla reception della nave per riferire quanto le sarebbe accaduto. Appena l’imbarcazione giunge in porto viene fatta scendere e viene sentita dalla polizia alla quale fa un sommario identikit dell’autore delle molestie, in una seconda versione divenute violenza sessuale: si tratta di un marittimo che lavora per la Europa Palace della Grimaldi. La trentenne viene poi portata dai sanitari del 118 al Policlinico di Palermo per essere visitata.

Nessuna traccia degli abusi viene trovata dai medici. Il marittimo intanto viene identificato e sentito dagli agenti. Ai poliziotti racconta però una storia totalmente diversa. L’uomo nega di aver abusato della trentenne pur ammettendo di essere entrato nella sua cabina. “Ho solo consegnato degli asciugamani”, dice alla polizia. L’ingresso del marittimo risulta comunque alla compagnia che è in grado di controllare l’accesso dell’equipaggio negli alloggi dei viaggiatori.

Abbiamo garantito la massina collaborazione alla polizia – dicono dalla compagnia -. I fatti denunciati sono molto delicati e al vaglio della magistratura. Anche noi abbiamo iniziato un’inchiesta interna per accertare quanto successo”. La nave, che sarebbe dovuta ripartire per Cagliari ieri mattina alle 9, è ripartita in serata dal porto di Palermo. La polizia lavora al caso da ieri mattina. Gli agenti hanno sentito diversi passeggeri e marittimi e la Scientifica ha anche eseguito i rilievi all’interno della cabina.

Edited by, lunedì 13 marzo 2023, ore 11,48. 

(Visited 508 times, 1 visits today)