Reitano: Violenza privata, assolto un imprenditore

Un imprenditore di Reitano, difeso dall’avvocato TONINO RICCIARDO, è stato assolto dall’accusa di violenza privata dal giudice monocratico del Tribunale di Patti (foto in alto) GIUSEPPE TURRISI…

Giuseppe Lazzaro, da Gazzetta del Sud

A chiusura di un processo iniziato nel 2019, il giudice monocratico del Tribunale di Patti Giuseppe Turrisi ha assolto un imprenditore di Reitano, D.S., titolare di una struttura agrituristica, difeso dall’avvocato Tonino Ricciardo, dai reati di violenza privata ed interruzione di un servizio di pubblica necessità. I fatti contestati erano accaduti il 20 luglio 2018 quando l’imputato avrebbe costretto gli operai di una impresa incaricata dall’Italgas di eseguire i lavori di metanizzazione della tratta Mistretta-Santo Stefano di Camastra, all’interno della sua proprietà, tramite scavo ed interramento di un tubo portante del gas, ad omettere l’esecuzione di tali opere, bloccando la strada lungo cui doveva essere effettuata la posa del tubo, parcheggiandovi una macchina agricola e frapponendo la propria persona, così impedendo l’accesso dei mezzi. Nel corso del processo sono stati esaminati diversi testimoni ed è emerso che col suo comportamento l’imprenditore, che intendeva tutelare la privacy e il riposo degli ospiti della struttura, non aveva impedito l’esecuzione dei lavori, in quanto la presenza del mezzo, posto peraltro a distanza di alcune decine di metri dal luogo in cui si stavano svolgendo, non ne aveva turbato lo svolgimento. Nel processo l’impresa esecutrice dei lavori si era costituita parte civile con l’assistenza dell’avvocato Carmelo Occhiuto.

Edited by, venerdì 4 novembre 2022, ore 8,47. 

(Visited 257 times, 1 visits today)