San Salvatore di Fitalia: Giuseppe Barone eletto baby-sindaco

In contemporanea con la ricorrenza del 4 Novembre a ricordo dell’Unità d’Italia 104 anni dopo, a San Salvatore di Fitalia sono stati eletti gli organi baby con il nuovo sindaco, il 12enne GIUSEPPE BARONE (foto in alto insieme al sindaco vero, GIUSEPPE PIZZOLANTE, davanti al Monumento dei Caduti) ed il consiglio: tutti gli eletti…

Giuseppe Lazzaro, da Gazzetta del Sud

E’ Giuseppe Barone, 12 anni, il nuovo baby-sindaco di San Salvatore di Fitalia. Il primo cittadino vero, Giuseppe Pizzolante, ha scelto non a caso la data della indizione delle elezioni dei ragazzi in concomitanza con il 4 Novembre con la Commemorazione dei Caduti, la festa dell’Unità Nazionale e la Giornata delle Forze Armate. “Il Comune di San Salvatore di Fitalia – ha detto Pizzolante -, nell’ottica di un percorso di cittadinanza attiva tra Ente locale e istituzione scolastica, ha deciso di riprendere una iniziativa istituita nel 2010: l’elezione del baby sindaco e del baby consiglio comunale. Vogliamo che i nostri ragazzi partecipino concretamente alla vita delle Istituzioni pubbliche. E, per questo, proprio il 4 novembre si è proceduto con le operazioni elettorali”. Dalle urne è uscito vincitore Giuseppe Barone, che frequenta la seconda media secondaria e che, come primo atto, ha indossato la fascia tricolore, insieme a Pizzolante, davanti al Monumento ai Caduti e durante il corteo.

I consiglieri eletti per il baby sono: Fatima Anastasi, Asia Barone, Nicholas Carcione, Tommaso Casella Mariolo, Nicolò Lombardo, Edoardo Pizzolante, Alessandro Pio Vieni, Naele Vilardo ed Elena Zumbino. La carica di vice sindaco è stata assegnata a Kristel Armeli Moccia.

Foto in alto, da sx: l’Arciprete D’Omina, la dirigente Santomarco, i sindaci Pizzolante e Barone ed il maresciallo Mistretta

“Particolarmente sentito il ricordo del “Milite Ignoto” – ha detto il sindaco Pizzolante -, concittadino e il ringraziamento alle forze dell’ordine, in particolare il maresciallo Mistretta, il brigadiere Sirna e tutti i vigili urbani, il cui ruolo è essenziale per la nostra comunità. Grazie anche al nostro dirigente scolastico, professoressa Santomarco, che si è soffermata sui valori universali di fratellanza e condivisione, citando lungimiranti personalità quali Giuseppe Ungaretti e Anna Frank”.

A conclusione la locale banda musicale “Vincenzo Bellini” ha suonato “Il Piave”, “Il Silenzio” e l’Inno di Mameli ed ha accompagnato la deposizione di una corona di alloro ai Monumenti dei Caduti in piazza S.Antonio e piazza Santa Caterina. La manifestazione, con benedizione finale impartita dall’Arciprete Placido D’Omina, si è conclusa con le ultime battute del sindaco: “Dobbiamo ricordare i nostri Caduti e la commemorazione del 4 Novembre è l’occasione migliore per farlo”.

Edited by, sabato 5 novembre 2022, ore 9,33. 

(Visited 418 times, 1 visits today)