San Salvatore di Fitalia: Il comune ammesso al SAI, finanziamento di 300.000 euro per accoglienza ucraini

Il Comune fitalese è stato ammesso all’attivazione del Sistema di Accoglienza e Integrazione (SAI) ottenendo un finanziamentodi 300.000 euro per l’accoglienza di ucraini. Da trovare le strutture…

Giuseppe Lazzaro, da Gazzetta del Sud

Il Comune fitalese è stato ammesso all’attivazione del Sistema di Accoglienza e Integrazione (SAI), costituito dalla rete degli Enti locali che, per la realizzazione di progetti di accoglienza integrata accedono, nei limiti delle risorse disponibili, al Fondo nazionale per le politiche e i servizi dell’asilo.

Si tratta di un “ampliamento” del Sistema SAI, che prevedeva complessivi mille nuovi posti iniziali e 2.066 successivi, da destinare all’accoglienza di nuclei familiari, anche monoparentali. Su 101 Comuni finanziati, il progetto presentato al Ministero degli Interni da San Salvatore di Fitalia, unico del territorio nebroideo, ha ottenuto il sessantaseiesimo posto. Il finanziamento relativo al progetto vinto è pari a 300.000 euro annui ed è destinato all’accoglienza immediata di rifugiati ucraini e, successivamente, saranno ospitati anche rifugiati di nazionalità afghana. Per avviare tutto il progetto adesso occorrono sia abitazioni che personale. È per questo che sono aperti i termini per presentare le manifestazioni di interesse alla concessione in locazione di immobili ad uso abitativo. Gli interessati possono presentare le proprie disponibilità entro e non oltre lunedì 14 all’Ufficio Protocollo del comune di San Salvatore di Fitalia. “Sono estremamente soddisfatto per questa bella notizia, era un nostro specifico obiettivo programmato anche dopo l’esperienza dell’accoglienza di rifugiati ucraini sperimentata in collaborazione con la Prefettura di Messina – commenta il sindaco Giuseppe Pizzolante -. San Salvatore di Fitalia potrà aiutare concretamente le famiglie e i bambini provenienti dalla martoriata Ucraina. Fin dalle prime settimane dallo scoppio della guerra l’Amministrazione comunale si è interrogata su come aiutare gli ucraini colpiti dall’attacco russo. Da subito abbiamo attivato una stretta collaborazione con alcune associazioni di volontari”. È stata un’azione progettuale che ha coinvolto anche tutti gli amministratori e i collaboratori comunali di San Salvatore di Fitalia, che hanno seguito tutta la fase progettuale insieme al sindaco.

Edited by, sabato 12 novembre 2022, ore 10,47. 

 

 

 

(Visited 163 times, 1 visits today)