Tortorici: Elezioni (1. servizio). Carmelo Rizzo Nervo piazza il pokerissimo e torna sindaco

Cinque su cinque. Con una buona forbice di distacco (51,21% contro 47,13%) dopo un iniziale testa a testa, il dott. CARMELO RIZZO NERVO (foto in alto incensato dai sostenitori) torna sindaco di Tortorici, comune che è andato alle urne, tre anni e mezzo dopo, a seguito dello scioglimento del precedente consiglio per infiltrazioni mafiose. Rizzo Nervo 5 volte si è candidato a sindaco (la prima nel 1995) e 5 volte ha vinto: un record nazionale. Deluso il principale avversario, l’ex sindaco MAURILIO FOTI, staccatissimo il terzo candidato, FRANCO “PIETRO” FRANCHINA, in verità a capo di una lista-civetta. In questo primo servizio il commento sulla corsa a sindaco…

I tre candidati a sindaco, da sx: Rizzo Nervo, Franchina, Foti

GIUSEPPE LAZZARO

Il dottore piazza il pokerissimo. Carmelo Rizzo Nervo stabilisce un autentico record, certamente a livello nazionale: 5 candidature a sindaco e 5 vittorie. Al termine dello spoglio concluso all’alba, il dott. Rizzo Nervo, sposato due volte e due figli, medico condotto, torna sindaco di Tortorici staccando, dopo un iniziale testa a testa, il solito avversario, già battuto nel 2009, il dott. Maurilio Foti, medico e ginecologo: 1.784 i voti per Rizzo Nervo, pari al 51,21% contro i 1.642 di Foti per il 47.13%, quindi una buona forbice di distacco. Staccato il terzo “competitor” ma solo sulla carta: il commerciante Franco Franchina, detto “Pietro”, già gloria della locale squadra di calcio negli anni ‘80 e ‘90, ha ottenuto appena 58 voti (1,66%) ma la sua era una candidatura di una lista-civetta in qualche modo collegata a Rizzo Nervo. Il dato che fa riflettere è invece il 62,79% degli aventi diritto che si sono recati al voto: sicuramente una non elevata affluenza.

Il dott. Carmelo Rizzo Nervo (foto sopra), 71 anni, aveva già vinto le quattro elezioni precedenti: nel 1995, 1999 (allora si votava ogni quattro anni e non cinque come adesso), 2014 battendo proprio il dott. Foti e 2019. Nella giunta che verrà sono assessori i designati Antonella Foti, già in giunta con Rizzo Nervo nel sul ultimo mandato e Dario Paterniti Martello, nel suo pedigree consigliere comunale a Capo d’Orlando dal 1994 al 1998, assessore a Barcellona Pozzo di Gotto lo scorso anno quando si dimise per essere nominato esperto e braccio destro del sindaco Pinuccio Calabrò in materia di bilanci e finanze.

Nel centro oricense si è andati alle urne oltre tre anni e mezzo dopo le ultime amministrative svolte e che videro la vittoria di Emanuele Galati Sardo, poi dimessosi a seguito del suo coinvolgimento nell’ambito dell’operazione “Nebrodi” e a meno di due anni dallo scioglimento, per infiltrazioni mafiose, del consiglio comunale e della relativa decadenza di tutti gli organi e l’arrivo di una Commissione straordinaria che sta reggendo il comune oricense per le ultime ore.

Il dott. Maurilio Foti (foto sopra), 66 anni, si è ripresentato nuovamente dopo essere stato sindaco dal 2004 al 2009 (battendo Sebastiano Di Paola, allora candidato di Rizzo Nervo che era vice sindaco designato) e battuto da Rizzo Nervo nello stesso 2009 e ripresentandosi poi alle elezioni 2019 e restando nettamente staccato rispetto a Emanuele Galati Sardo che fu eletto sindaco e al secondo classificato Antonio Paterniti Mastrazzo.

Edited by, lunedì 14 novembre 2022, ore 9,57. 

(Visited 718 times, 1 visits today)