Ucria: Il consiglio approva il bilancio di previsione 2024/2026

Il consiglio comunale di Ucria, convocato dal presidente Roberto Di Stefano per la prima volta nel 2024, ha approvato, nel corso della seduta del 4 gennaio, il bilancio di previsione per il triennio 2024-2026. Il servizio (foto in alto, da sx: il sindaco ENZO CRISA’ e il presidente ROBERTO DI STEFANO al termine del consiglio)…

Il consiglio comunale di Ucria, convocato dal presidente Roberto Di Stefano per la prima volta nel 2024, ha approvato, nel corso della seduta del 4 gennaio, il bilancio di previsione per il triennio 2024-2026.

Ucria è tra i pochi comuni in tutta Italia che non ha avuto bisogno, se non per pochi giorni dovuti alle festività natalizie, di ricorrere alla proroga, fissata al 15 marzo, del termine per l’approvazione dei bilanci degli enti locali che pure, proprio nelle stesse ore in cui si teneva il consesso civico, aveva ricevuto il parere favorevole della Conferenza Stato Città-Autonomie Locali.

Uno degli obiettivi che insieme al sindaco ci eravamo posti sin dall’insediamento della giunta – afferma il presidente del consiglio comunale Roberto Di Stefano – era l’approvazione del bilancio di previsione nei termini previsti dalla normativa, senza attendere le proroghe dell’ultimo minuto. E’ un grande risultato, basti pensare che sono davvero pochi i comuni, in tutta Italia, che sono riusciti a fare altrettanto”.

Sono davvero soddisfatto per la qualità del prospetto economico-finanziario approvato e per il rispetto delle tempistiche con le quali si è giunti alla conclusione dell’iter – dichiara il sindaco Enzo Crisà -. È, il nostro, un bilancio sano, in linea con quelle che sono le sensibilità sociali e culturali dell’Amministrazione ma nel quale, lo sottolineo ancora, ha una grande importanza l’investimento in opere pubbliche e infrastrutture, previste nell’ambito del Pnnr e non soltanto. Ringrazio dirigente ed uffici finanziari, il consiglio comunale per l’esame e l’approvazione perché, come avvenuto in questi ultimi anni, avere i bilanci approvati entro i termini, riportare in avanzo i conti, dimezzare i residui passivi, migliorare i residui attivi, il recupero tributario, avere una tempestività di pagamenti hanno consentito al paese di Ucria, ai fornitori di servizi e all’intera attività amministrativa di operare in maniera efficace e non con le limitazioni e penalizzazioni previste nei casi di esercizio provvisorio”.

           g.l.

Edited by, venerdì 5 gennaio 2023, ore 10,30. 

(Visited 357 times, 1 visits today)