A 20: L’incidente di sabato ad Acquedolci. E’ morto l’operaio gravemente ferito

E’ deceduto questa notte al Policlinico di Messina l’operaio albanese di 43 anni, rimasto gravemente ferito nel terribile incidente stradale avvenuto sabato sera, lungo la A20 Messina-Palermo, all’altezza di Acquedolci, nello scontro tra un furgone e un carro attrezzi (foto in alto). Troppo gravi si sono rivelati traumi e ferite riportate agli arti inferiori che già gli erano costate l’amputazione di una gamba. Il servizio…

E’ deceduto questa notte al Policlinico di Messina l’operaio albanese di 43 anni rimasto gravemente ferito nel terribile incidente stradale avvenuto sabato sera, lungo la A20 Messina-Palermo, all’altezza di Acquedolci, nella direzione di marcia verso il capoluogo dello Stretto. Troppo gravi si sono rivelati traumi e ferite riportate agli arti inferiori per l’uomo al quale già, poche ore dopo il sinistro, era stata amputata una gamba dopo essere stato sottoposto ad un lungo intervento chirurgico al Policlinico dove era giunto con l’elisoccorso.

L’albanese viaggiava sul sedile passeggero di un furgone, preso a noleggio, condotto da un imprenditore della zona nebroidea, con cui stavano facendo rientro a casa. Per cause in corso di accertamento, su un viadotto all’altezza di Acquedolci, il furgone è andato a sbattere contro un carro attrezzi che si trovava parcheggiato ai margini della carreggiata. Si trattava del mezzo di una impresa della provincia di Agrigento e fermatosi per un guasto e con il conducente che aveva inserito le regolari frecce luminose di emergenza. I conducenti dei due mezzi avevano riportato ferite lievi, curati in ospedale e dimessi qualche ora dopo. I rilievi del sinistro sono stati eseguiti dagli agenti della Polizia Stradale di Sant’Agata Militello ma sarà aperto un fascicolo d’indagine, dalla Procura di Patti, per appurare le cause dell’incidente.

           Giuseppe Lazzaro

Edited by, lunedì 4 dicembre 2023, ore 11,49. 

(Visited 1.088 times, 1 visits today)