AstraZeneca ritira il vaccino anti-Covid. Ha ammesso che il suo siero può causare trombosi

Non si parla più di Covid dappertutto anche se i casi ancora ci sono, seppur in nettissima riduzione. E a distanza di oltre due anni dalle somministrazioni arriva una notizia per certi versi sorprendente: AstraZeneca ha ritirato il vaccino anti-Covid dal commercio mondiale dopo avere ammesso che il suo siero può avere causato trombosi e rischiando, adesso, una infinita e costosa scia di risarcimenti. Il servizio…

(ANSA)- AstraZeneca ha dichiarato oggi di aver avviato il ritiro mondiale del suo vaccino contro il Covid-19. Lo riportano i media internazionali. L’azienda farmaceutica ha aggiunto che procederà al ritiro delle autorizzazioni all’immissione in commercio del Vaxzevria in Europa. AstraZeneca giustifica la sua decisione parlando di un “eccedenza di vaccini aggiornati disponibili”. L’azienda anglo-svedese a fine aprile ha ammesso per la prima volta in documenti giudiziari nel corso di un procedimento legale a Londra che il suo vaccino anti- Covid può causare trombosi come raro effetto collaterale. L’ammissione potrebbe aprire la strada a risarcimenti multimilionari, secondo i media britannici.

Nel periodo più buio della pandemia di Covid, Antonio Metastasio ha partecipato alla sperimentazione del vaccino AstraZeneca. “E lo rifarei anche oggi, pur consapevole dei rischi che ci sono”, ha sottolineato il medico umbro che vive in Inghilterra dopo che l’azienda ha avviato il ritiro mondiale del prodotto. Metastasio partecipò alla sperimentazione “in doppio cieco”, senza cioè sapere se gli fosse stato iniettato il vaccino sperimentale o un placebo come poi effettivamente risultò. “E’ importante ricordarsi l’epoca” ha sottolineato il geriatra e psichiatra originario di Terni che con la famiglia vive e lavora a Cambridge. “C’erano tanti morti – ha aggiunto – ed era importante sviluppare un vaccino. Quindi sì, lo rifarei pur sapendo il rischio che c’è per il vaccino e per tanti altri farmaci (non ne esistono a rischio zero). E’ importante ricordare che all’epoca AstraZeneca fu l’unico messo sul mercato a prezzo di costo. Non sono sconvolto dalle ultime notizie – ha detto ancora Metastasio – perché molti farmaci possono avere effetti collaterali simili a quelli del vaccino. E’ comunque importante fare chiarezza sul numero dei casi che ci sono stati e compararli con quelli di prodotti meno controversi. Del Covid ora non si parla più – ha ricordato Metastasio – ma io ricordo bene quel periodo con i figli chiusi in casa con il lockdown e la perdita di socialità. Speriamo che non ci siano più altre epidemie ma temo che potranno verificarsi, magari di altri virus. E’ quindi fondamentale avere vaccini sempre più efficaci e per produrli serve la sperimentazione”.

Edited by, mercoledì 8 maggio 2024, ore 15,35. 

(Visited 503 times, 1 visits today)