Capo d’Orlando: Tributi non pagati, a rischio chiusura svariate decine di attività commerciali

Sono svariate decine attività ed esercizi commerciali a rischio chiusura a Capo d’Orlando. Sono già in corso i quindici giorni di scadenza fissati la settimana scorsa per pagare le tasse e i tributi arretrati. Stretta del Comune, esattamente come sta facendo quello di Milazzo. Il servizio…

Sono svariate decine attività ed esercizi commerciali a rischio chiusura a Capo d’Orlando. Sono già in corso i quindici giorni di scadenza fissati la settimana scorsa per pagare le tasse e i tributi arretrati, ovviamente per quelle attività che non le hanno ancora versate. L’elenco è abbastanza lungo: bar, ristoranti, pub, generi alimentari, frutta e verdura, attività artigianali, panetterie e forni, società edili e di trasformazione che, dal 2021, hanno evaso in parte o interamente i tributi comunali. Dall’occupazione del suolo pubblico (la ex tassa Tosap) all’imposta sulla casa (Imu), da quella sui rifiuti (Tari) sino a quella sulle affissioni.

Il Comune ha deciso la stretta (così come sta facendo quello di Milazzo), non fa sconti a nessuno ed ha già inviato una prima tranche di avvisi di procedimento di sospensione della licenza commerciale od artigianale agli interessati. Per il momento gli avvisi sono una cinquantina, il resto sarà calendarizzato dopo.

           g.l.

Edited by, martedì 16 aprile 2024, ore 15,28. 

(Visited 1.597 times, 1 visits today)