Capo d’Orlando: Venduti all’asta altri otto beni comunali. Elenco e nuovi proprietari

Non c’è solo la ex sede del “Merendino” (vedere servizio pubblicato in archivio sul link Attualità) tra i beni comunali finiti all’asta a Capo d’Orlando secondo il Piano di alienazione. Elenco e nuovi proprietari…

Non c’è solo la ex sede del “Merendino” (vedere servizio pubblicato in archivio sul link Attualità) tra i beni comunali finiti all’asta a Capo d’Orlando secondo il Piano di alienazione, una istituzione di livello nazionale, che Palazzo Europa adottò nel lontano 2001 votato dall’allora consiglio comunale.

Un altro lotto era l’area di verde pubblico realizzata nei primi anni ‘90, dopo il quadrivio di contrada San Martino, in direzione di marcia Messina. Una struttura finita ma mai utilizzata a causa dell’impossibilità di realizzare una via d’accesso dalla Strada Statale 113. Il lotto in questione, n. 8, è stato aggiudicato alla ditta “Astone Calogero” con un’offerta migliorativa dell’1,22% su un importo a base d’asta di 76.075,00 euro.

Quindi il lotto n. 9, un’area urbanistica in contrada Piscittina con vincolo turistico ricettivo realizzata al tempo quale asilo nido mai attuato per una superficie di circa 1.270 mq. È stata la ditta “Calamunci Giuseppe” ad aggiudicarsi l’asta con un’offerta del più 1,51% sull’importo di 190.350 euro.

Il lotto n. 10 riguarda un parcheggio su spazio di verde pubblico di piccole dimensioni in via Luigi Pirandello. Ad aggiudicarselo la ditta “Rem” con il più 260% su importo iniziale di 1.200 euro.

Altro spazio di verde privato il lotto n. 11, di 16 mq tra la via Vittorio Veneto e via Pirandello per un importo a base d’asta di 1.600 euro: se lo è aggiudicato la ditta “Rem” con un più 110%.

Il lotto n. 13, verde privato di 194 mq. a San Martino-Certari, è stato aggiudica alla ditta “Collovà Antonino” per un importo complessivo di 4.850 euro.

Verde privato di 170 mq in contrada Vina, con il lotto n. 16, aggiudicato dalla ditta “Carlo Stella Carmelo” per un importo di 11.747,04 euro.

Il lotto n.18, un relitto stradale, è stato aggiudicato ancora alla “Rem” mentre il lotto n. 19, una strada pedonale dismessa in località Scafa Alta, è stata aggiudicata dalla ditta “Alessandrino Grazia e Adornetto Francesco” per un importo di 8.750 euro.

         g.l.

Edited by, giovedì 19 gennaio 2023, ore 16,23. 

(Visited 904 times, 1 visits today)