Op. “Gotha-Pozzo 2”: Azzeramento senza rinvio della Cassazione, restituiti i beni all’imprenditore di Gioiosa Tindaro Marino

La Cassazione ha azzerato la confisca dei beni che dovranno essere restituiti all’imprenditore di Gioiosa Marea TINDARO MARINO (foto in alto) coinvolto nell’operazione “Gotha-Pozzo 2” e condannato a 2 anni per l’operazione “Vecchia maniera”. Il servizio…

Confisca dei beni azzerata, per cui, tra gli altri, immobili e attività di impresa, dovranno essere restituiti all’imprenditore di Gioiosa Marea Tindaro Marino. Così ha deciso la Prima sezione della Corte di Cassazione, annullando senza rinvio la sentenza della Corte d’Appello di Messina emessa il 25 marzo 2022. La Suprema Corte ha accolto il ricorso del difensore dell’imprenditore, l’avvocato Pinuccio Calabrò, per cui, limitatamente alla confisca, il caso è definitivamente chiuso. Bisognerà ora attendere circa un mese per conoscere le motivazioni che hanno sollecitato gli ermellini a disporre l’annullamento senza rinvio, in accoglimento del ricorso della difesa e dunque la restituzione dei beni. Nello stesso dispositivo della Cassazione, si è disposto, per quanto riguarda invece la misura di prevenzione personale della sorveglianza speciale, l’annullamento, ma questa volta con rinvio, alla Corte d’Appello di Messina.

Di un’altra confisca, ma in questo caso si tratta di due imprese, in relazione all’operazione “Gotha-Pozzo 2”, si discuterà alla Corte d’Appello di Reggio Calabria, dopo che sempre la Suprema Corte, il 13 gennaio 2022, accogliendo anche in questo caso il ricorso della difesa, aveva disposto il rinvio ad altra sezione di appello di Reggio Calabria. L’imprenditore Tindaro Marino era stato arrestato il 24 giugno 2011 nell’ambito dell’operazione “Gotha-Pozzo 2” contro i clan della malavita organizzata del barcellonese. Tempo addietro è stato condannato a 2 anni per l’operazione “Vecchia maniera”.

g.l. 

Edited by, sabato 18 marzo 2023, ore 9,52. 

(Visited 783 times, 1 visits today)