Piraino: Arresto convalidato e obbligo di dimora a Catania per una rumena

Il giudice del Tribunale di Patti ha convalidato l’arresto e sottoposto all’obbligo di dimora a Catania una rumena di 24 anni arrestata giovedì scorso a Gliaca di Piraino dopo avere rubato 10 bottiglie di superalcolici e nascondendole nel passeggino della figlia minore. I carabinieri della Stazione di Piraino (foto in alto la caserma) e del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Patti, l’avevano intercettata durante la fuga e arrestata a Gioiosa Marea. Il servizio…

Nel pomeriggio di giovedì scorso i carabinieri della Stazione di Piraino, congiuntamente ai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Patti, hanno arrestato – in flagranza di reato – una 24enne romena per furto aggravato. Nella circostanza i militari impegnati in un servizio di controllo del territorio, su attivazione pervenuta all’utenza 112 da parte del titolare di un esercizio commerciale ubicato a Piraino, nella frazione di Gliaca, sono stati interessati dalla Centrale Operativa della Compagnia di Patti di eseguire la ricerca di una giovane donna che si era appena allontanata da un supermercato della predetta zona, dopo aver asportato 10 bottiglie di superalcolici che aveva provveduto a nascondere nel passeggino in cui vi era la figlia minore. Presentatasi alla cassa, la donna pagava il corrispettivo di qualche articolo da lei regolarmente acquistato, di esiguo valore, per poi uscire dai locali dell’esercizio pubblico. In quella fase il proprietario del supermercato si accorgeva delle bottiglie nascoste dalla donna che, prima di darsi alla fuga con la bambina in braccio, abbandonava il passeggino nei pressi del citato locale, per poi allontanarsi a piedi in direzione della linea ferroviaria. Avvisati i carabinieri di quanto stava accadendo il proprietario forniva le informazioni utili a comprendere che, con elevata probabilità, la donna si stava allontanando lungo i binari della linea ferroviaria. Le ricerche, mai interrotte e proseguite lungo la via di fuga indicata dal denunciante, permettevano di rintracciare la donna in fuga nel centro di Gioiosa Marea dove, alla vista dei militari dell’Arma, la donna tentava di nascondersi e di sfuggire all’intervento dei militari della Sezione Radiomobile. Per quanto sopra, all’esito dei necessari accertamenti, i militari procedevano all’arresto – in flagranza di reato – della giovane donna. La refurtiva, consistente in 10 bottiglie di superalcolici di vario genere e del valore di circa 250 euro, inizialmente sequestrata, è stata restituita all’avente diritto, mentre l’autocarro e gli attrezzi atti allo scasso sono stati sottoposti a sequestro. Al termine delle formalità di rito, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, l’indagata veniva sottoposta agli arresti domiciliari presso l’abitazione da lei indicata. Nella mattinata di sabato scorso, su richiesta della Procura della Repubblica di Patti, innanzi al competente giudice del Tribunale l’arresto è stato convalidato e, conseguentemente, la donna è stata sottoposta all’obbligo di dimora a Catania.

              Giuseppe Lazzaro

Edited by, lunedì 30 ottobre 2023, ore 17,57. 

(Visited 304 times, 1 visits today)