SALUTE&BENESSERE: AL CUOR NON SI RIMANDA!

E’ un dovere non lasciare indietro nulla. Da un anno e mezzo si parla solo di Covid, come se non esistessero altre patologie o altre malattie. La dottoressa ISABELLA SALVIA, nutrizionista con studio in Torrenova ed esperta di medicina in generale, nella settimanale puntata della rubrica di grande seguito “Salute&Benessere” (giunta al numero 216), rimarca questo tasto partendo da uno dei problemi più diffusi: il cuore e le malattie cardiovascolari e in occasione dell’inaugurazione, avvenuta ieri, del Mese del Cuore…

In quest’ultimo anno e mezzo la nostra attenzione si è concentrata su un nuovo antagonista, che potremo sconfiggere con la vaccinazione. Come rilevato da un recente studio della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS, annunciato proprio ieri all’inaugurazione del Mese del Cuore, la pandemia ha comportato la riduzione del numero di controlli medici per tutte le altre malattie, comprese quelle cardiovascolari. Nel 2020-21 1 italiano su 3 non ha svolto gli esami del sangue di routine, e in particolare c’è stata una drastica riduzione dei controlli medici di routine, con un milione di esami di screening in meno effettuati rispetto al 2019. A questo dobbiamo aggiungere che i problemi cardiovascolari sono ancora oggi la prima causa di morte in Italia (34,8% di tutti i decessi secondo l’ISTAT) e, di questi, circa un terzo sono correlabili al colesterolo alto, oltre che alla iperglicemia che abbiamo analizzato la scorsa settimana in questa rubrica. Dobbiamo ora capire che non possiamo più rimandare: è arrivato il momento di ridare centralità alla nostra salute e tornare a fare i controlli necessari sui livelli della glicemia, del colesterolo e degli altri fattori di rischio cardiovascolare.

Per questo motivo, all’edizione 2021 appena presentata del Mese del Cuore è stato dato il motto AL CUOR NON SI RIMANDA!  E’ una frase che ben esprime il senso di urgenza: non è più tempo di rimandare un impegno che dovrebbe essere vissuto nel modo più semplice e naturale possibile, perché parte di uno stile di vita sano.

Approfittiamo di questa settimana per iniziare con la misurazione dei 7 fattori di rischio cardiovascolare suggeriti dal Policlinico Gemelli di Roma, ovvero la pressione arteriosa, i valori di glicemia e colesterolo, dell’indice di massa corporea, unitamente alla valutazione dello stile di vita (ad esempio il fumo), delle abitudini alimentari e di alcuni parametri di performance funzionale (come la forza muscolare). Con l’obiettivo di stimolare gli italiani a ritornare a fare controlli per prendersi cura della propria salute cardiovascolare, l’iniziativa Mese del Cuore prevede inoltre la possibilità di fare test di autovalutazione del rischio sulla piattaforma www.mesedelcuore.danacol.it.

VOGLIAMOCI BENE E…NON DIMENTICHIAMOCI DI PRENDERE A CUORE LA NOSTRA SALUTE!

Eventuali quesiti o temi d’interesse mi potranno essere segnalati su Facebook alla pagina “Dott.ssa Isabella Salvia – Biologa Nutrizionista” o tramite WhatsApp al 320 6556820.

Isabella Salvia

I contenuti di questo articolo hanno esclusive finalità informative e divulgative, non essendo destinati ad offrire consulenza medica/nutrizionale personale. La dottoressa Isabella Salvia consiglia sempre di rivolgersi ad un professionista qualificato della nutrizione (un biologo nutrizionista, un medico dietologo o un dietista) per ricevere un piano alimentare personalizzato, redatto sulla base di una diagnosi individuale, sia per soggetti sani che per le persone affette da patologie accertate.

Edited by, venerdì 17 settembre 2021, ore 19,08.  

 

(Visited 117 times, 1 visits today)