SALUTE&BENESSERE: LEGGIAMO LE ETICHETTE – 1

Dopo la pausa forzata di una settimana torna la dottoressa ISABELLA SALVIA, nutrizionista con studio in Torrenova ed esperta di medicina in generale, con un nuovo appuntamento della rubrica di grande successo “Salute&Benessere”, giunta alla puntata n. 224 (tutte visibili in archivio sull’apposito link). E si riparte con una nuova inchiesta: Leggiamo le etichette (prima parte)…

Una sana nutrizione parte da una spesa intelligente. Capire cosa contengono gli alimenti che compriamo è fondamentale per sapere esattamente cosa mangiamo, non incorrere in carenze nutrizionali e non rischiare sbilanciamenti assumendo alimenti in eccesso o in difetto. È questo quello che noi tutti abbiamo compreso dalla lettura degli articoli di questa rubrica pubblicati negli ultimi mesi. Da oggi, cercheremo di districarci tra le molteplici informazioni reperibili dalle etichette alimentari, ricordando che, a dispetto di campagne pubblicitarie del momento, i prodotti migliori sono quelli offerti dal nostro orto, a km.0 o biologici, con pochi ingredienti semplici e facilmente identificabili.

Sappiamo che nessun cibo va demonizzato, né andrebbe escluso dalla dieta senza uno specifico motivo medico (allergie, problemi metabolici o patologie) documentato da test validati, tenendo sempre presente il concetto di “dose” e di “frequenza di consumo” in una dieta bilanciata.

Imparare a leggere le etichette è l’unico strumento a disposizione di noi consumatori contemporanei per informarci sulla qualità dei prodotti che acquistiamo. L’etichetta di un prodotto alimentare è il suo documento di riconoscimento: è l’insieme delle indicazioni che figurano sull’imballaggio attraverso le quali il produttore trasmette informazioni essenziali sui prodotti (quantità netta, data di scadenza, modalità di conservazione e d’uso, ecc.), così come informazioni utili, sebbene non essenziali (etichettatura nutrizionale, dettagli sul riciclaggio degli imballaggi, ecc.).

Sui prodotti che compriamo avremo sempre un “elenco degli ingredienti”, elencati in ordine di peso decrescente, dal quello presente in maggior quantità a quello presente in quantità inferiore (compresi additivi e acqua, se supera il 5%). Nei prodotti costituiti da un solo ingrediente (es. frutta, verdura, latte ecc.) gli ingredienti non sono elencati. Se presente la dicitura “in proporzione variabile”, vuol dire che nessun ingrediente è nettamente prevalente rispetto agli altri. Nel caso di alcuni prodotti che presentano un ingrediente di prevalenza indicato nella denominazione (es. “minestra di pomodoro”) è comune ritrovare nell’elenco ingredienti la percentuale di prodotto che lo caratterizza (es. % di pomodoro presente nella “minestra al pomodoro”).

Nell’elenco degli ingredienti ritroviamo anche gli “aromi”, indicati solitamente al termine dell’elenco ingredienti. Sono utilizzati dall’industria alimentare per conferire un particolare odore e/o sapore al prodotto. Se non presentano l’aggettivo “naturali” (ovvero non sono essenze o estratti ottenuti da materie prime vegetali) sono sicuramente di derivazione sintetica (il termine “artificiali” è sottinteso nella stragrande maggioranza dei casi). Per tutti quelli che amano “le cose che si dicono”: dico semplicemente “viva gli aromi naturali!”

La prossima settimana continueremo con le altre indicazioni preziose, che dobbiamo leggere sulle etichette dei prodotti che compriamo! RICORDIAMO CHE UNA ALIMENTAZIONE SANA INIZIA CON UNA SPESA INTELLIGENTE! VOGLIAMO SEMPRE BENE!

Isabella Salvia

Eventuali quesiti o temi d’interesse mi potranno essere segnalati su Facebook alla pagina “Dott.ssa Isabella Salvia – Biologa Nutrizionista” o tramite WhatsApp al 320 6556820.

I contenuti di questo articolo hanno esclusive finalità informative e divulgative, non essendo destinati ad offrire consulenza medica/nutrizionale personale. La dottoressa Isabella Salvia consiglia sempre di rivolgersi ad un professionista qualificato della nutrizione (un biologo nutrizionista, un medico dietologo o un dietista) per ricevere un piano alimentare personalizzato, redatto sulla base di una diagnosi individuale, sia per soggetti sani che per le persone affette da patologie accertate.

Edited by, venerdì 19 novembre 2021, ore 18,30. 

(Visited 133 times, 1 visits today)