San Piero Patti: Localizzato in Germania ed estradato, 44enne deve espiare 8 anni e 5 mesi

E’ stato estradato dalla Germania ed è stato arrestato, su mandato europeo dai carabinieri della Stazione di San Piero Patti (foto in alto la caserma), un 44enne del luogo che deve scontare 8 anni e 5 mesi per estorsione aggravata, rapina e atti persecutori commessi in ambito familiare, minacce e resistenza a pubblico ufficiale. Il servizio…

Nel pomeriggio di ieri, attraverso il Servizio di Cooperazione Internazionale di Polizia, ha avuto luogo l’estradizione di un 44enne pregiudicato, giunto in Italia presso l’aeroporto di Fiumicino a Roma, con volo proveniente dalla Germania, dove l’uomo aveva appena terminato un periodo di detenzione per reati commessi in quella nazione, attuata in esecuzione del mandato di Arresto Europeo emesso dalla Procura della Repubblica di Patti.

Il predetto provvedimento è stato emesso dall’Autorità Giudiziaria all’esito dell’attività di ricerca condotta, su scala internazionale e attraverso il suddetto Servizio di Cooperazione, dalla Stazione dei carabinieri di San Piero Patti, delegata per l’esecuzione dell’ordine di carcerazione emesso nei confronti dell’uomo.

Il suddetto Comando, riscontrata la irreperibilità del soggetto nei luoghi da lui abitualmente frequentati, ha avviato mirata attività di ricerca, che ha permesso di localizzare l’uomo in Germania, dove era ristretto presso un istituto di detenzione per reati ivi commessi. All’atto della scarcerazione l’organo di polizia preposto ha provveduto a notificare al 44enne il mandato di Arresto Europeo e, conseguentemente, ad estradarlo in Italia dove gli è stato notificato il provvedimento di esecuzione di pene concorrenti e contestuale ordine di esecuzione per la carcerazione, per cui era stata delegata la Stazione dei carabinieri di San Piero Patti.

L’uomo dovrà espiare 8 e 5 giorni di reclusione essendo stato condannato per diversi reati da lui commessi nel periodo compreso tra il 2014 e il 2022, a San Piero Patti, ossia i delitti di estorsione aggravata, rapina e atti persecutori commessi in ambito familiare, minacce e resistenza a pubblico ufficiale. Espletate le formalità di rito il 44enne è stato associato alla Casa di reclusione di Viterbo, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria mandante.

             g.l.

Edited by, mercoledì 22 maggio 2024, ore 21,06.

(Visited 242 times, 1 visits today)