Speciale Elezioni: A Brolo un plebiscito per il quinto mandato di Giuseppe Laccoto

Concludiamo lo Speciale Elezioni per le amministrative con il comune di BROLO. Non c’è stata partita: come da pronostico netta riconferma per GIUSEPPE LACCOTO (foto in alto dopo il comizio di ringraziamento di ieri sera alla villa comunale con i candidati della sua lista) che parte per il quinto mandato da sindaco. Nettamente staccata la candidata sindaca MARIA VITTORIA CIPRIANO ma, per il rotto della cuffia, centra la minoranza in consiglio. La più eletta, come cinque anni fa, l’assessora designata TINA FIORAVANTI. Servizio, voti ed eletti in consiglio…

GIUSEPPE LAZZARO

È un autentico plebiscito quello tributato dalla comunità di Brolo al sindaco uscente Giuseppe Laccoto, confermato per la quinta volta alla guida del centro del Castello. Una sfida che, in pratica, non c’è mai stata tra il deputato regionale della Lega (ex PD e Italia Viva), che ha ottenuto 2.937 preferenze, pari al 79,44%, davanti alla sua ex assessora nella giunta precedente, la professoressa Maria Vittoria Cipriano, abbondantemente staccata con 760 voti, pari al 20,56% ma con una percentuale utile per andare in minoranza ad un tiro di schioppo dall’esclusione.

Si tratta di un risultato veramente straordinario ed eccezionale, devo ringraziare i miei concittadini per la grande fiducia che hanno riposto in me», ha commentato a caldo il sindaco rieletto a conclusione di uno scrutinio vissuto dall’intero entourage in maniera quasi surreale, con il margine così ampio che non ha lasciato spazio a pathos o adrenalina.

In effetti un consenso ampio era già stato manifestato attraverso il sostegno di molti cittadini che mi avevano invitato a proseguire sulla strada intrapresa, motivo per il quale avevo sciolto la riserva sulla mia candidatura – aggiunge l’on. Laccoto –. Onestamente però non mi aspettavo una forbice così ampia, che certamente mi gratifica e mi onora, permettendoci di continuare il lavoro fatto. Sono contento perché i cittadini di Brolo hanno compreso il grande lavoro che abbiamo fatto in questi cinque anni, senza riserve e senza tralasciare alcun particolare. Chiaramente vogliamo impegnarci per migliorare la nostra cittadina con le proposte che abbiamo già illustrato in campagna elettorale. Sicuramente partiremo dal nostro centro storico e dalla torre Voab, il Castello di Brolo, finalmente acquisito in concessione nella disponibilità del Comune, per poi ripartire con le direttive che già abbiamo dato nel Piano regolatore generale”.

Il dato numerico delle urne ha quindi premiato in maniera netta tanto la candidatura Laccoto quanto la lista a sostegno “Scriviamo il futuro”, il cui risultato ha ricalcato quello del sindaco con 2.967 voti di lista, pari all’80,82%, per una maggioranza di 8 consiglieri che consentirà in sostanza l’ingresso in aula di tutto il gruppo, in forza della surroga dei quattro eletti: Tina Fioravanti (più votata in assoluto come cinque anni fa con 1.047 preferenze e con il suo patronato che fa la differenza), Cono Condipodaro (544 voti), Nuccio Ricciardello e Amedeo Arasi, già designati assessori assieme al vice sindaco Carmelo Ziino.

La più votata: Tina Fioravanti

La lista “Per il territorio”, con 704 voti pari al 19,18%, porterà invece in aula quattro consiglieri di opposizione, tra cui la stessa Maria Vittoria Cipriano, che superando lo sbarramento del 20% dei voti validi espressi ottiene lo scranno in consiglio riservato al candidato sindaco sconfitto. Torna in aula Giuseppe Miraglia, primo eletto della minoranza, già presidente del consiglio comunale dal 2014 al 2019.

I candidati a sindaco Giuseppe Laccoto e Maria Vittoria Cipriano

Questi i voti dei candidati al consiglio e gli eletti:

LISTA “SCRIVIAMO IL FUTURO”

Manuel Agnello 146

Amedeo Arasi 428 ELETTO

Nino Bonina 289

Domenica Caccetta 390 ELETTA

Cono Condipodero 544 ELETTO

Piero Faustino 237

Tindara, detta Tina, Fioravanti 1047 ELETTA

Alessandra Gagliardo 377 ELETTA

Mimmo Magistro 383 ELETTO

Catia Monastra 132

Linda Piscioneri 514 ELETTA

Nuccio Ricciardello 456 ELETTO

Possibili eventuali surroghe con 4 possibili dimissioni da assessore per fare spazio ai soli 4 non eletti.

LISTA “PER IL TERRITORIO”

Annamaria Baratta 26

Daniele Ricciardo 32

Cinzia Messina 17

Francesca Milazzo 21

Lorenzo Serrao 58

Alessio Pruiti 53

Marika Puglisi 26

Carmelo Castrovinci 53

Maria Rosa Fasolo 194 ELETTA

Sara Ceraolo 148 ELETTA

Marco Solano 6

Giuseppe Miraglia 260 ELETTO

La quarta eletta è la stessa candidata sindaca Maria Vittoria Cipriano.

Edited by, martedì 11 giugno 2024, ore 11,35. 

(Visited 1.093 times, 1 visits today)