San Piero Patti: Maria Pia Germanà è il nuovo presidente del consiglio

A San Piero Patti, dopo le elezioni dello scorso 12 giugno, si è insediato il nuovo consiglio comunale. La più votata in assoluto, MARIA PIA GERMANA’ (foto in alto), è stata eletta presidente mentre SERGIO FIORE è il vice. Ribadite le deleghe già assegnate alla giunta nominata dal neo sindaco CINZIA MARCHELLO…

Con la prima seduta svoltasi ieri sera si è ufficialmente insediato il consiglio comunale di San Piero Patti dopo le elezioni amministrative dello scorso 12 giugno. Completate le formalità di rito, consistenti nel giuramento dei consiglieri eletti e nella procedura di verifica delle compatibilità e di convalida, il civico consesso è passato al giuramento del sindaco Cinzia Marchello e all’elezione del presidente e del vice presidente.

Il primo cittadino ha giurato di fronte al consiglio e ha poi preso la parola per ringraziare la cittadinanza per la fiducia accordata alla sua persona e a tutta la squadra che l’ha sostenuta, augurando buon lavoro a tutto il consiglio comunale ed ha affermato di considerare ormai conclusa la fase della campagna elettorale e di essersi già immersa nell’attività amministrativa insieme alla propria squadra.

La giunta e il gruppo di maggioranza

A guidare per i prossimi cinque anni il civico consesso sarà Maria Pia Germanà, già prima eletta della lista “San Piero insieme”, che ha riportato la maggioranza dei voti espressi (8 su 12). Ad affiancarla sarà il consigliere Sergio Fiore che ha ricoperto la stessa carica nella passata consiliatura. Al presidente e al vice presidente, che hanno ringraziato il  consiglio per la preferenza espressa, sono stati formulati gli auguri di buon lavoro da parte della giunta e dei gruppi consiliari di maggioranza e opposizione.

Per quanto riguarda il gruppo di maggioranza “San Piero insieme”, che sostiene l’amministrazione-Marchello, il capogruppo sarà la consigliera Laura Gulino mentre il vice capogruppo sarà Claudia Nasissi. Il gruppo, in cui spicca una significativa componente femminile, risulta formato anche dai consiglieri Giacinta Fazio (nota violinista del luogo) e Tindaro Schepisi, oltre che dal presidente Germanà, dal vice presidente Sergio Fiore e dai membri della giunta Armando Interdonato e Salvino Fiore. In generale è da segnalare la consistente presenza femminile all’interno del consiglio tra maggioranza e opposizione, corroborata dall’elezione di una donna alla presidenza d’aula.

Ultimo punto affrontato dal consiglio comunale è stata la presentazione della giunta che è stata nominata dal sindaco Marchello nei giorni scorsi ed è formata dal sindaco uscente Salvino Fiore (che è uscito dalla porta per rientrare dalla finestra), Armando Interdonato, Gianluca Di Bella e Salvatore Pantano. Il primo cittadino ha comunicato ufficialmente al consiglio l’attribuzione delle deleghe di competenza ai quattro assessori esponendo brevemente le motivazioni delle scelte fatte.

Foto in alto, da sx: gli assessori GIANLUCA DI BELLA e SALVATORE PANTANO, il primo cittadino, l’assessore ARMANDO INTERDONATO, il vice sindaco SALVINO FIORE (sindaco uscente, quindi è uscito dalla porta non essendosi ricandidato ed è rientrato dalla finestra) e la segretaria comunale GIUSEPPINA CAMMARERI che ha una esperienza passata da presidente del consiglio comunale a Frazzanò.

A Gianluca Di Bella sono state affidate le deleghe alla Tutela ambientale e sostenibilità, Protezione civile, Politiche giovanili e del Lavoro, Innovazione tecnologica, Valorizzazione del patrimonio architettonico. A Salvatore Pantano il sindaco ha affidato le deleghe alla Cultura, Pubblica istruzione, Biblioteche e archivi e Comunicazione istituzionale. Armando Interdonato, come nella precedente amministrazione, manterrà le deleghe all’Acquedotto e Fognature, Pubblica illuminazione, Arredo urbano e verde pubblico, Assessorato “alle Piccole cose”, Manutenzione delle strade interne ed esterne, Segnaletica e Toponomastica, Autoparco, Servizi cimiteriali. Infine a Salvino Fiore, che è stato anche nominato vice sindaco, sono state affidate le deleghe all’Economia e Finanze, Bilancio, Tributi, Economato, Patrimonio e Contenzioso, Affari istituzionali. Il sindaco Marchello ha mantenuto per sé il resto delle deleghe, tra cui Lavori Pubblici, Polizia municipale, Servizi sociali, Turismo, Pari opportunità e Tutela animali.

        g.l.

Edited by, giovedì 30 giugno 2022, ore 9,30. 

 

(Visited 168 times, 1 visits today)