Aiuti per l’Ucraina: tra 13 comuni siciliani, 7 sono nebroidei

Ci sono 7 comuni nebroidei, fra 12 complessivi in Sicilia, in aiuto per la popolazione ucraina colpita dalla guerra. Un autoarticolato di aiuti e viveri è partito. I comuni rispondono alla chiamata del Mean- Movimento europeo di azione nonviolenta…

I comuni di Acquedolci, Blufi, Bompietro, Capri Leone, Castelbuono, Castel di Lucio, Castell’Umberto, Cerami, Geraci Siculo, Mistretta, Pettineo, San Mauro Castelverde e Santo Stefano di Camastra hanno risposto alla chiamata del Mean-Movimento Europeo di Azione Nonviolenta per la raccolta beni “Emergenza inverno Ucraina”. Guidati dal sindaco di Castel di Lucio, Giuseppe Nobile, in collaborazione con il sindaco di Pettineo, Domenico Ruffino, i due punti di raccolta a Castel di Lucio e Santo Stefano di Camastra hanno lavorato instancabilmente ogni giorno.

La spedizione è partita verso Benevento, uno dei centri di raccolta italiani del Mean, grazie al Gruppo Mammana – che ha sede legale proprio a Castel di Lucio e che ha regalato uno dei tre generatori di corrente – che ha messo a disposizione prima mezzi ed operai per raccogliere i pacchi e i pallet, poi un autoarticolato di 13 metri e con capienza di 50 mc. Dalla Sicilia sono partiti anche tre gruppi elettrogeni, dei quali uno acquistato dal Comune di Blufi con propri fondi di bilancio e due regalati da privati ed una sedia a rotelle regalata dall’Avis (Associazione volontari italiana sangue) di Castell’Umberto (ANSA).

Edited by, martedì 27 dicembre 2022, ore 15,01. 

(Visited 554 times, 1 visits today)